Il neurologo italiano Antonio Morandi ha ricevuto il prestigioso riconoscimento “IASTAM Zandu International Award 2017”

MeteoWeb

In occasione della cerimonia che si è svolta in India presso l’Institute of Medical Sciences della Benares Hindu University, Institute of Medical Sciences il 18 e 19 febbraio 2017, è stato consegnato al neurologo italiano Dott. Antonio Morandi il prestigioso riconoscimento “IASTAM Zandu International Award 2017 for Excellence in Field of Ayurveda” al Dott. Antonio Morandi.

Il premio è stato assegnato nel corso degli anni alle personalità che si sono contraddistinte a livello internazionale nel campo della ricerca sull’Ayurveda, e per il 2017 è stato assegnato al Dott. Antonio Morandi, Direttore dell’Ayurvedic Point di Milano e Presidente della Società Scientifica Italiana di Medicina Ayurvedica: è la prima volta che l’Associazione Internazionale per lo Studio delle Medicine Tradizionali Asiatiche (IASTAM) assegna questo premio a un occidentale.

Il neurologo italiano Dott. Antonio Morandi – medico e docente di Ayurveda al Master in “Sistemi Sanitari, Medicine Tradizionali e Non Convenzionali” dell’Università di Milano-Bicocca, corso sostenuto nell’edizione 2016/2017 da GUNA, azienda leader in Italia nel settore della produzione e distribuzione di farmaci di origine biologico-naturale – in occasione della cerimonia indiana è stato anche relatore del convegno su “Translational Research Opportunity in Ayurveda”.

Inoltre il Dott. Morandi è stato relatore al “Simposio Nazionale sulle Medicine Tradizionali in Italia”, tenutosi in Senato il 29 settembre scorso presso il Senato della Repubblica: “Un’incredibile e inaspettato onore” – aveva dichiarato Morandi – “che conferma anche l’alta considerazione nella quale è tenuta nel mondo la scuola di Ayurveda italiana”. L’AMIOT si congratula con il Dott. Morandi per il riconoscimento ricevuto che risulta essere un’ulteriore conferma dell’alto profilo della carriera del neurologo e della crescente importanza che le Medicine Non Convenzionali assumono a livello internazionale.

I dati del Rapporto Italia 2017 di Eurispes sottolineano una crescita esponenziale che si allinea con i trend europei di diffusione delle MNC: l’aumento della fiducia nei confronti delle cure alternative è stato tale che se si fa un raffronto con i dati storici si scopre che in questi anni sono più che raddoppiati: oggi le scelgono infatti ben 12.861.000 di cittadini, mentre nel 2000 erano poco più di 6 milioni.