Incendio nella raffineria ENI di Sannazzaro: vigili del fuoco e Arpa sul posto, intervento d’emergenza concluso

MeteoWeb

Questa mattina intorno alle 8.30 si è verificato un principio di incendio nella raffineria ENI di Sannazzaro de Burgondi, nel Pavese. Il rogo, ha fatto sapere il Cane a Sei Zampe, si è scatenato nell’impianto di desolforizzazione del gasolio, ma è sttao immediatamente spento dal pronto intervento del sistema di sicurezza Eni. La società in una nota fa sapere in cui che “non si sono verificati danni alle persone né si stimano impatti sull’ambiente”. Il team di emergenza Eni ha subito messo in atto le misure di sicurezza necessarie in casi del genere e i vigili del fuoco della raffineria sono intervenuti tempestivamente spegnendo il focolaio. Sono in corso accertamenti per accertare le cause dell’incendio. “La squadra in emergenza di Arpa Lombardia è stata attivata a seguito di un incendio che ha coinvolto – per cause ancora non note – l’impianto, e che al momento del sopralluogo dei tecnici era già stato domato dai vigili del fuoco”, si legge in una nota dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. I tecnici – si legge ancora – “si sono recati sul posto per le attività e le verifiche necessarie per la tutela ambientale. Al momento i vigili del fuoco stanno proseguendo con le operazioni di raffreddamento della struttura, mentre il Gruppo specialistico contaminazione atmosferica di Arpa sta installando, d’intesa con il Sindaco, un nuovo campionatore ad alto volume a Galliavola, che si trova a Ovest dell’impianto, lungo la direzione del vento prevalente, in aggiunta a quelli già presenti a Dorno e a Pieve Albignola”.