Latte, Coldiretti Sardegna: subito risposte o torniamo in piazza

MeteoWeb

La mobilitazione continua. Coldiretti Sardegna chiede risposte immediate a Stato e Regione sarda dopo la manifestazione di ieri che ha visto oltre 2mila persone scendere in piazza a Cagliari tra pastori, agricoltori e pescatori arrivati da tutte le parti della Sardegna accompagnati da oltre 150 sindaci. “Non arretriamo di un centimetro, vogliamo fatti concreti altrimenti siamo pronti a scendere in piazza subito. E lo faremo con iniziative molto più pesanti”, dice Battista Cualbu, presidente di Coldiretti Sardegna. “Le risposte sono arrivate solo dal ministro Martina mentre la Regione continua a tentennare – sostiene Cualbu-. La risoluzione della Commissione Attività produttive, ieri discussa e approvata dal Consiglio regionale, continua a non piacerci, non indica nessun intervento che riconosca denari ai pastori per compensare le perdite, e favorisce solo i trasformatori. La guardia rimane alta, vigileremo sulle azioni della Giunta e del Consiglio ed avranno il tempo contingentato”. “Le migliaia di pastori e agricoltori presenti ieri a Cagliari testimoniano le difficoltà che vive il comparto – sottolinea il direttore di Coldiretti Sardegna Luca Saba -, il messaggio arrivato alla Regione è chiaro. Ringraziamo i tantissimi sindaci della vicinanza e del sostegno. Il loro ruolo è fondamentale, per questo chiederemo di non abbandonarci ma di stare al nostro fianco fino a raggiungere gli obiettivi”.