Previsioni Meteo, la tendenza per fine mese: nel tira e molla tra caldo e freddo ECMWF dà segnali di cedimento, in vantaggio il più mite GFS

MeteoWeb

In questa terza decade di un febbraio alquanto anomalo, in tanti si chiedono se davvero  l’inverno sia ormai giunto al suo capolinea.

Abbiamo più volte spiegato che l’alternanza di caldo e freddo, due figure per natura contrapposte, fa parte dei giochi, in particolare sul finire dei mesi invernali. Abbiamo anche paragonato queste due entità a dei Ciclopi che cercano in ogni modo di prendere il sopravvento, uno sull’altro.

E questa chiusura del mese ci riporta proprio agli scenari epici, di lotta tra due potenti realtà contrapposte.

850 25 del 20Solo che le due realtà in lotta, non sono i tipici mostri epici di un  tempo, ma i due principali modelli meteorologici: l’americano GFS e l’altrettanto autorevole collega europeo ECMWF.

Il primo, quello americano da più giorni indica che dal 25 prevarrà, ed anche per più giorni, un dominio di stampo anticiclonico su tutto il Mediterraneo centrale. Sarà caldo, con valori termici in Italia più che primaverili.

850 26 del 20Il secondo più volte nei giorni scorsi ha tifato per il freddo, prevedendo l’arrivo di una discesa fredda dai Balcani sul settore adriatico, proprio per gli ultimi giorni di febbraio, quindi annunciando uno scenario ancora di sapore invernale.

Ma ecco il colpo di scena: quando ormai siamo entrati nella settimana decisiva, ecco che EVMWF sembra ritrattare.

Le mappe ECMWF infatti delle 850 hPa (1500 metri, lo ricordiamo) proposte stamane indicano, per il 25 e 26 febbraio, che la discesa fredda si ferma sui Balcani, senza arrivare sulla Italia. Pertanto annunciano, anche esse quindi, il dominio della cupola anticiclonica per fine mese.

Sarà davvero cosi ?

Ad oggi, noi crediamo si sia fatto un passo avanti sulla definizione su quella che sarà la verità dei fatti.

Mancando ancora però più di 72 ore al fatidico 25 febbraio, preferiamo…suggerire di continuare a seguirci.

I colpi di scena potrebbe non esser finiti.

Vi terremo aggiornati sull’esito di quello che ormai è divenuto il tema dominante, almeno della  discussione meteorologica di questi giorni.