Rimane intrappolato nel fango: “Lo yoga mi ha salvato la vita”

MeteoWeb

Completamente sommerso dal fango, con il solo naso emerso fuori: un australiano è sopravvissuto in queste condizioni per almeno due ore grazie alla sua forte determinazione e anche a una posizione yoga. Daniel Miller stava lavorando con un mini-escavatore nel cortile della sua abitazione a Charlotte Bay, 300 km a nord di Sydney quando le sponde di un fosso hanno ceduto ed è scivolato nel fango.

L’uomo è rimasto intrappolato ma è rimasto in piedi, adottando una posizione yoga: inarcando la schiena, è riuscito a respirare l’aria, fino a quando un vicino non lo ha sentito gridare. “Ero intrappolato e ho tenuto la testa sopra usando le braccia, credo che fosse la posizione ‘cobra’. Non sono uno yogi, ma credo di poter dire che lo yoga mi ha salvato la vita. Quello e’ la voglia di vivere“, ha raccontato al Daily Telegraph di Sydney.

Per fortuna non pioveva, perché anche una lieve precipitazione sarebbe stata sufficiente a impedirgli di respirare.

Le sue grida sono state sentite da un vicino di casa, a 500 metri di distanza, ed è stato lui a chiamare i soccorsi, che hanno drenato fango e acqua dalla diga per liberarlo. Miller se l’è cavata solo con lievi ferite e un principio di ipotermia.