Smog, ministro Galletti: passi avanti, ma non ho la coscienza a posto

MeteoWeb

“Io non ho la coscienza a posto, sono preoccupato per la qualità dell’aria. È stato fatto un percorso importante grazie al quale la qualità dell’aria è migliorata in alcune zone, ma c’è ancora molto da fare”. Così il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti in occasione della presentazione del Treno Verde oggi a Roma. “Proprio ieri abbiamo avuto una riunione con tutti i ministri convocati in un tavolo congiunto per mettere in campo azioni comuni contro l’inquinamento, soprattutto nel bacino Po Padano, c’è ancora un lungo percorso da fare”. “Passi in avanti sono stati fatti, ma ancora non è sufficiente, siamo ancora fuori da parametri UE e questo mi preoccupa – aggiunge Galletti – mi preoccupa per la salute dei cittadini, per l’Ambiente e perché così il Paese si espone a sanzioni molto forti”. “Stiamo facendo da anni un lavoro con regioni e comuni a cui spetta la gestione. Abbiamo investito molte risorse e ci sono molte manovre in campo, ci vuole tempo”, conclude Galletti.