Smog Milano: il Codacons chiede il blocco totale delle vetture

MeteoWeb

Buon giorno. Sono una mamma, nata e cresciuta a Milano. E credo che l’unione fa la forza ma anche che non si debba delegare per esprimere il proprio pensiero. Sono preoccupata, indignata, nauseata, arrabbiata. Ma è possibile che nessuno di voi, persone pagate e, a volte, scelte da noi, abbia il coraggio e la determinazione di svolgere in coscienza il proprio mestiere? Io vi chiedo, in coscienza, a ognuno di voi, se davvero credeTE che fermare qualche migliaio di mezzi possa risolvere questa situazione? Ma siete realmente consapevoli della responsabilità che avete di vivere e farci vivere in una città così malata, noi! Parlo in particolare al Sig. Sindaco e al Presidente della Regione. Non vorreste essere ricordati come persone che hanno finalmente scritto un pezzo di storia a lieto fine? Scelte forti, coraggiose. Siate davvero la mente e il cuore della gente. Ma forse siete quello che ci meritiamo. Siete lo specchio della gente che si lamenta, sbraita ma non rinuncia all’auto nemmeno per andare a comprare il pane. O siete lo specchio di quelli che parcheggiano il mezzo sulle piste ciclabili. Ma volete rappresentare il peggio o fare il meglio? Fatemi capire perché. Anche se il perché è tristemente evidente. Personalmente, non mollo. Un sorriso, ma solo a chi se lo merita. Per gli altri, distinti saluti.

Questa la lettera spassionata di una mamma milanese che prova a unirsi alla denuncia portata avanti dal Codacons, che ormai da settimane cerca di sensibilizzare il Comune di Milano circa l’elevato tasso di PM10 accumulatosi nell’aria.

Il Codacons insiste affinché il Comune di Milano ordini il blocco totale delle vetture.