Sul caldo storico di venerdì 24 Febbraio al Sud: un aumento di temperatura Record

MeteoWeb

Non sono ancora le ore 15 di venerdì 24 febbraio 2017 ed il mio amico Albino si sta recando in auto da CZ all’aeroporto di Lamezia Terme.

In partenza è del tutto inconsapevole di vivere in prima persona un fenomeno davvero insolito e che …se non lo è davvero, somiglia tanto  ad una nuova tipologia di  Record Meteorologico .

Si parte da CZ con una temperatura di 15°, indicata dal display dell’auto. Ancora si è inconsapevoli di ciò che avverrà nei minuti successivi e quindi la macchina fotografica non è neppure stata accesa. Lungo il tragitto, già all’altezza di Marcellinara,  si avverte un gran caldo in auto, addirittura eccessivo, ed il primo pensiero è che  ci si possa non sentire bene.  Guardando il display appare subito che la temperatura esterna è in progressivo aumento. Sarà..

F1Arrivati a Lamezia la Temperatura esterna è indicata in 27°. La foto immortala oltre che la data anche l’orario: sono le 15.07. Sono passati solo poco più di 25 minuti dalla partenza. Che balzo!

Un minuto dopo mi giunge una telefonata: è Albino che, conoscendo il mio particolare interesse per la Meteorologia, mi racconta quanto gli sta capitando. Rispondo dicendo di non preoccuparsi, infondo era tutto stato previsto. Ed è vero perchè in effetti alcuni articoli, anche miei,  parlavano già da qualche ora dell’aumento dei valori termici oramai imminente.

F2Lui, sempre durante la telefonata mi dice,  sorpreso, che il termometro è salito ancora, siamo ormai a 29° (seconda foto), e poi ulteriormente a 29.5°. Scatta una terza foto (sono le 15.25),  e documenta il tutto in maniera inesorabile.

Riguardando a posteriori le foto e pensandoci su, il valore di 29.5° appare incredibile.

Basti pensare che siamo nel mese di Febbraio!

Ma la cosa diventa ancora più incredibile se si considera che il “malcapitato” Albino ha subito un aumento di 14.5° in soli 30 minuti, percorrendo appena 40 km.

F4E non è finita…

F5Nel ritornare  verso Catanzaro, alle ore 15.34 il display indica 24° (quarta foto),  poi la temperatura scende  a 21.5° alle ore  15.51 (quinta foto). Infine alle 16.41, ormai giunti a casa, il termometro esterno riporta nuovamente 15.5°, come era in partenza. E  sono appena le 16.41, dello stesso giorno.

F6In altre parole, percorrendo una distanza di soli 40 km, l’aumento dei valori termici è stato di 14.5° in crescita nel tratto di andata. E  di altrettanto, ma a diminuire, nel ritorno.

Bisogna considerare che l’auto, nell’andare da Catanzaro a Lamezia,  ha attraversato la Piana di Sant’Eufemia e che questo è il punto più stretto di Italia. Non per niente la strada in oggetto è conosciuta come la SS280 dei Due Mari.

Certo, per spiegare ed interpretare il fenomeno, entrano in gioco fattori come le differenti tipologie climatiche tra i due versanti opposti, quello tirrenico e quello jonico.

Cosi come si potrebbe dire che il display dell’auto indica valori termici non riportati secondo tutti i crismi propri di Termometro Ufficiale.   Certo, si aggiunga pure che  l’auto si arroventa al sole e via dicendo…..

Ma il dato è quello, e rimane!

Un aumento di 14.5° in soli 30 minuti ( e forse anche meno…) non sappiamo dire al momento dio scrivere queste note se possa essere  un Record.

Il dubbio però lo abbiamo.

E se non è Record allora, ne siamo convinti,  poco ci manca.

Ringraziamo l’amico Albino Talarico, autore delle foto, per averci reso partecipi di questo fenomeno che abbiamo vissuto con lui in diretta, fenomeno che riteniamo molto raro se non unico, sicuramente  eccezionale.