Terremoto, Consiglio Regionale dell’Abruzzo: “E’ necessario allargare il cratere sismico”

MeteoWeb

Approvata all’unanimità dal Consiglio regionale dell’Abruzzo una risoluzione che impegna il governatore Luciano D’Alfonso a chiedere l’allargamento del cratere sismico “alla luce dei danni progressivamente emergenti” e tenendo conto della difficile situazione che stanno vivendo le aree montane del Teramano e del Pescarese e l’area dell’Alto Aterno, epicentro dei terremoti dello scorso 18 gennaio. Il via libera al documento durante la seduta del Consiglio in corso a Pescara. A chiedere, in apertura dei lavori, l’inserimento nell’ordine del giorno della risoluzione urgente e’ stato il capogruppo del Pd, Sandro Mariani. Il documento, sottoscritto e condiviso da tutti i capigruppo, impegna il presidente della Giunta Regionale a chiedere l’adeguamento del cratere sismico alla nuova situazione di fatto, alla luce dei danni progressivamente emergenti, tenendo da conto la realta’ di totale sofferenza che sta interessando l’area montana della provincia di Teramo, identificata nella delibera di giunta n.862 del 2016, della porzione montana della provincia di Pescara, nonche’ dell’area montana dell’Alto Aterno.