Terremoto, Marche: al via i lavori per il drenaggio del fiume Nera

MeteoWeb

Partono i lavori di drenaggio e pulizia dei detriti del fiume Nera a Castelsantangelo, uno dei centri montani del Maceratese piu’ colpiti dal terremoto del 30 ottobre scorso. Lo riferisce il sindaco Mauro Falcucci. A realizzare l’intervento , che riguardera’ il tratto che attraversa il paese sui Monti Sibillini, e che sara’ avviato in questi giorni, sara’ il Genio Civile della Regione Marche. Il fiume Nera, a seguito delle scosse di agosto e soprattutto di ottobre scorso, aveva aumentato notevolmente la sua portata, fino a triplicarla a fine dicembre. Facendo temere esondazioni ed ulteriori danni al territorio locale, gia’ martoriato da ripetuti eventi sismici e dall’ondata di neve e gelo di meta’ gennaio. “Ma ora la situazione e’ migliorata – spiega il sindaco Falcucci – con un lieve abbassamento del livello dell’acqua, anche se l’allerta resta alto. Lo scioglimento delle nevi e’ stato molto graduale negli ultimi giorni, e questo sta favorendo la tenuta del quadro idrico generale. Di sicuro comunque – aggiunge il primo cittadino di Castelsantangelo sul Nera, borgo che si trova a pochi chilometri dalla semidistrutta Vissa- bisogna far partire subito la microzonizzazione sismica del territorio comunale, per sapere quale sia la reale situazione idrogeologica della nostra area, ed eventualmente pensare ad una ricostruzione. Per fortuna il nuovo decreto governativo prevede la possibilita’ di svolgere queste azioni rapidamente”. Oggi intanto partono nel paese, anche i lavori di sistemazione dell’area dove andranno ad essere installati i moduli che ospiteranno gli uffici comunali.