Allerta Meteo USA, tempeste di neve: cancellati oltre 4.000 voli. Trump: “siamo pronti alla grande bufera”

MeteoWeb

Oltre 4.000 voli sono stati cancellati a causa della tempesta Stella che tra stanotte e domani dovrebbe portare tra i 40 e i 60 centimetri di neve tra Washington, New York e Boston, fino al Maine. Solo a New York sono già stati cancellati oltre 1.000 voli. In tutta la costa est degli Usa lunedì ci sono stati più di 2.000 ritardi e 1.456 cancellazioni. Anche la cancelliera tedesca Angela Merkel che domani avrebbe dovuto arrivare a Washington per incontrare il presidente americano Donald Trump ha deciso di non volare verso gli Usa a causa della tempesta.

Il governo e’ completamente preparato per la bufera di neve attesa sulla costa nord orientale degli Stati Uniti: lo ha assicurato il presidente Donald Trump.

Intanto è stata  rinviata la visita della cancelliera Angela Merkel. Lo annuncia la Casa Bianca, aggiungendo che l’incontro tra Merkel e Donald Trump previsto per domani si terra’ venerdi’. “Il presidente ha parlato con la cancelliera – ha detto Sean Spicer, portavoce di Trump – e si e’ deciso di rinviare l’incontro a causa delle condizioni meteorologiche”.

Al momento è invece confermato il viaggio-lampo di Virginia Raggi a New York, dove la sindaca di Roma dovrebbe unirsi alle altre sindaco donna del network di città per il clima C40, coordinato dalla prima cittadina di Parigi Anne Hidalgo. Nonostante il meteo avverso, che ha stretto la metropoli statunitense in una morsa di neve e ghiaccio, l’evento “Women for climate” per ora è confermato. Le valigie di Raggi e dello staff sono pronte e, salvo peggioramenti drastici, al massimo il loro arrivo a New York potrebbe tardare di qualche ora. Le sindache del network civico, che insieme alla Raggi e alla Hidalgo porterà nella grande mela la sindaca di Washington, D.C. Muriel Bowser, quella di Caracas Helen Fernandez, quella di Cape Town Patricia De Lille e la prima cittadina di Città del Messico Miguel Ángel Mancera, dedicheranno il 15 marzo a una mezza giornata di empowerment delle donne in politica, nella quale presenteranno ciascuna le proprie buone pratiche amministrative. Al momento risultano tutte confermate. L’aeroporto JFK di New York spiega dal call center che si sta dando priorità ai voli internazionali, e la maggior parte di quelli cancellati sono voli interni. Giovedì 16 marzo Raggi aveva in programma di incontrare la comunità italiana e New York, e dopo questo impegno sarebbe tornata a Roma subito per poter tornare a Palazzo Senatorio il 17 marzo.