Una dieta sana fa bene anche al pianeta: calano le emissioni per le cure

Una dieta più sana fa sicuramente bene alla salute, ma anche all’ambiente, perché la produzione del cibo e’ una delle principali fonti di gas serra ma anche perché terapie e assistenza sanitaria sono a loro volta dei ‘contributori’. A calcolare quanta CO2 si risparmierebbe e’ stato uno studio dell’università di Santa Barbara pubblicato da Climatic Change. I ricercatori hanno utilizzato i dati di letteratura per stimare l’effetto dell’alimentazione sulle malattie, combinandoli con quelli sulle emissioni nella produzione. Per l’assistenza sanitaria sono stati presi in considerazione i cambiamenti nel rischio di diabete, tumore del colon-retto e delle malattie coronariche, e i loro effetti sia sulla spesa sanitaria che sulla produzione di CO2.

I ricercatori hanno elaborato tre tipi di diete, con una progressiva diminuzione dell’apporto di carni rosse e lavorate in favore di frutta, verdura, legumi e cereali integrali. L’adozione di diete piu’ salutari, scrivono gli autori, riduce il rischio relativo delle malattie prese in esame tra il 20 e il 40%, con i costi sanitari che scenderebbero negli Usa di una cifra tra 77 e 93 miliardi di dollari l’anno e un calo delle emissioni, sia dovute alla produzione del cibo che all’assistenza sanitaria, tra 222 e 826 chilogrammi a persona l’anno. “Le stime sono conservative, perche’ le diete che abbiamo elaborato cambiano solo meta’ delle calorie introdotte – sottolinea David Cleveland, uno degli autori -. Eppure basta questo intervento per avere un grande effetto”.