AIGAE: Marco Savero Loperfido partirà dal viterbese e raggiungerà a piedi Bruxelles, “mapperemo un pezzo d’Europa”

MeteoWeb

“Tutto a piedi. Lunedì 1 Maggio partirò dal viterbese, nel Lazio e raggiungerò Bruxelles a piedi. Ogni giorno mapperò il sentiero percorso ed alla fine, quando arriverò a Bruxelles nascerà un unico, grande itinerario, prima sconosciuto in grado di collegare i nostri borghi alla sede del Parlamento Europeo. Lungo la strada le associazioni di volontariato, del Terzo Settore mi consegneranno i progetti da loro elaborati e che condurrò, portandoli in mano, fino alla fine al Parlamento Europeo. In questi 6 mesi non cammineremo soltanto bensì mapperemo, ovvero coglieremo dal territorio informazioni su come andare da un paese all’altro senza passare da strade principali e trafficate. Faremo descrizioni dei sentieri trovati, fotografie, appunti sonori, tracciati gps e un diario di bordo. In poche parole mapperemo un pezzo d’Europa, attraversando l’Italia, l’Austria, la Germania, la Francia, il Lussemburgo e raggiungendo sempre a piedi il Belgio”. Lo ha affermato Marco Saverio Loperfido, Guida Ambientale Escursionistica AIGAE. Saranno ben 179 le città che Marco attraverserà di cui 71 in Italia e 2400 i km che percorrerà ma entrerà anche in 7 rifugi ed attraverserà Parchi Nazionali, Oasi, Riserve Naturali, borghi rinascimentali e medievali. La stampa potrà seguirlo costantemente anche attraverso i social oppure su www.ammappalitalia.it/paese-europa, dove la Guida registrerà il suo diario giornaliero, foto e video. Marco passerà per Todi, Venezia, Belluno, Innsbruck, Strasburgo, attraverserà l’Austria, il Lussemburgo, la Germania, la Francia, la catena montuosa degli Appennini e quella Alpina. Marco non sarà solo in questa grande avventura perché lo accompagneranno la moglie Marina, sposi da poche settimane ed il cane Bricco. Le vie individuate saranno esclusivamente sentieri e strade secondarie, passeranno per borghi e città e si potranno intersecare con itinerari già esistenti, come la Via Romea, La Via di San Francesco, la Monaco-Venezia.

“Ben 2400 km a piedi – ha proseguito Loperfido – attraversando gli Appennini, le Alpi, perché il nostro è un tentativo di considerare l’Europa un unico paese, perché crediamo che l’Europa sia composta di piccoli centri e perché sarà un viaggio nel paesaggio del nostro continente. Durante questi mesi di cammino vogliamo incontrare gli europei, scoprire passo, passo come cambiano i territori, conoscere le realtà locali e da loro farci consegnare documenti che testimonino della loro vita concreta. Vogliamo portare questi documenti, a mano, come fossimo dei Postini di una volta, al Parlamento Europeo, sperando che portarli in questa maniera sia un valore aggiunto. Sarà anche un viaggio in compagnia del nostro cane, delle sue esigenze e del suo particolare sguardo sul mondo, cioè quello degli animali. Crediamo nel viaggio a piedi come cambiamento del sé e del mondo, della propria individualità, come della nostra società. Per questo ci mettiamo in cammino. Nell’era della velocità e della fretta andare a piedi è ormai diventato un gesto rivoluzionario. Vogliamo stringere la mano agli italiani che abitano nelle grandi città e piccoli borghi ma farlo ugualmente con gli altri popoli in Austria, Germania, Belgio, Francia, Lussemburgo. Incontreremo e documenteremo le tradizioni di tutti. Individuare e tracciare un percorso tra un borgo e l’altro significa ridare ai paesi il ruolo storico che da sempre hanno, cioè essere luoghi di ospitalità, luoghi di posta, dove riposarsi, rifocillarsi, trovare tranquillità dal viaggio. Significa incentivarne il ripopolamento e l’economia locale. Molto più dei semplici sentieri per turisti (che partono da un punto e arrivano in un altro per poi tornare alla macchina parcheggiata), i percorsi che si snodano da borgo a borgo non sono caratterizzati solamente dall’ottica turistica, ma creano le basi conoscitive e strutturali per un radicale cambiamento della maniera di esperire il territorio e il mondo”.

L’intero diario giornaliero di Marco, Marina e Bricco sarà sul blog Paese Europa. Il tutto sarà consultabile giornalmente all’indirizzo www.ammappalitalia.it/paese-europa, nonché sui social network dove si potrà seguire in diretta il loro percorso e contattarli in diretta.
Arrivo programmato il 18 Ottobre al Parlamento Europeo.