Ambiente: territori protetti in Toscana, nuovi siti nella Rete Natura 2000

MeteoWeb

Viene aggiornato l’elenco dei siti toscani della Rete Natura 2000. L’aula del Consiglio regionale della Toscana ha approvato la proposta di delibera con la quale si stabilisce di designare l’area denominata ”Bonifica della Gherardesca” nel comune di Capannori in provincia di Lucca come zona di protezione speciale (zps); l’area denominata ”Bosco ai Frati” nel comune di Scarperia-San Piero come sito di importanza comunitaria (sic) e di condividere con la regione Lazio la designazione del sic marino ”Fondali tra le foci del fiume Chiarone e fiume Fiora”. Il presidente della Commissione Territorio e Ambiente, Stefano Baccelli (Pd), che ha illustrato l’atto, ha spiegato l’intento di ”diffondere sul territorio toscano la Rete Natura 2000”, che ”altro non è – ha detto Baccelli – che l’insieme dei territori protetti, di quelle aree di particolare pregio naturalistico come le zone speciali di conservazione, i siti di importanza comunitaria e le zone di protezione speciale”. Il presidente Baccelli ha sottolineato come ”ad oggi sul territorio toscano tra sic, zps e sir abbiamo ben 167 siti e che quasi il 15 per cento dell’intero territorio regionale è soggetto a livelli diversi di tutela sia per il pregio naturalistico sia per aspetti di flora e fauna”. Condivisione all’atto è stata espressa dal presidente di Sì-Toscana a sinistra Tommaso Fattori. ”Siamo favorevoli – ha detto il consigliere regionale – all’implementazione della Rete Natura 2000 e dei territori protetti e alle misure di conservazione. In questo caso, si tratta di salvaguardare avifauna protetta, una specie di uccelli che va a nidificare nella zona di Capannori”.