Una buona alimentazione per l’invecchiamento in salute, Happyageing cerca “soci” per il progetto

MeteoWeb

AAA cercansi ‘soci’ per un progetto sull’alimentazione nella terza età, uno dei pilastri dell’invecchiamento attivo. Happyageing pubblica un avviso di manifestazione di interesse per un progetto rivolto alle associazioni di produttori del comparto agroalimentare, alle realtà di natura cooperativa e alle strutture della grande distribuzione organizzata che vogliano impegnarsi in una iniziativa che “intende valorizzare il consumo di prodotti stagionali e con filiera corta, di materie prime di qualità ed economicamente sostenibili e indicati per la prevenzione primaria di patologie”.
“Il programma dedicato alla nutrizione, ‘Longevitiy Food Action’ – spiega una nota – è finalizzato ad aiutare la popolazione anziana ad acquisire consapevolezza sull’importanza di scegliere una nutrizione salutare, sostenibile economicamente e sul piano ecologico, oltre che come strumento di sviluppo della convivialità e della solidarietà tra le generazioni. Numerose evidenze scientifiche e sociologiche conducono ad affermare che, in generale, gli anziani non sono affetti da scarsa nutrizione, ma soffrono invece di malnutrizione, per carenze di nutrienti essenziali, per il consumo di prodotti ricchi di conservanti, sali e grassi occulti, ma anche per difficoltà economiche”.
“La solitudine, i problemi dentari e organici, la scarsa disponibilità economica, la perdita dell’appetito e del gusto, la mancanza di convivialità – proseguono i promotori dell’iniziativa – sono tra i fattori che condizionano le abitudini alimentari dell’anziano, ostacolando uno stile di vita sano e funzionale a garantire l’invecchiamento in salute. Il progetto intende valorizzare il consumo di prodotti stagionali e con filiera corta, di materie prime di qualità ed economicamente sostenibili e indicati per la prevenzione primaria di patologie”. L’avviso è pubblicato sul sito di Happyageing e prevede l’adesione entro il 31 maggio. (AdnKronos)