Colombia, disastrosa frana a Mocoa: corsa contro il tempo per i soccorsi

MeteoWeb

Si sono intensificati in Colombia gli sforzi per tentare di salvare la vita a feriti e dispersi causati dalla valanga di fango che ha travolto intere zone di Mocoa, in Colombia. L’esondazione del fiume omonimo e dei due affluenti Sangoyaco e Mulatos ha travolto abitazioni e mezzi: sinora il bilancio è di 254 morti e 202 feriti, secondo l’esercito, mentre il presidente Juan Manuel Santos ha parlato di 193 morti e la Croce Rossa di 234. Il numero dei dispersi non è noto. Ed è corsa contro il tempo per salvarli, mentre si teme che il bilancio si aggravi ulteriormente. Il presidente Santos, che si è recato ieri a Mocoa ed è poi tornato nella capitale, oggi visiterà di nuovo il capoluogo del dipartimento di Putumayo assieme ai ministri dell’Interno Juan Fernando Cristo, della Casa Elsa Noguera, delle Miniere e dell’Energia German Arce, ha fatto sapere il governo. Oltre alle operazioni a terra, i soccorritori sono impegnati anche in una missione aerea, ha fatto sapere la Croce Rossa, mentre il governo ha dato il via a un’azione per fornire farmaci, alimenti, acqua potabile e generatori di elettricità. La valanga di acqua, terra e pietre ha infatti messo fuori uso le reti idrica ed elettrica di Mocoa, dove vivono 45mila persone.L’aviazione militare, l’esercito e la polizia hanno creato un ponte aereo fra Bogotà e diverse basi militari del sud del Paese con l’aeroporto di Villagarzon, località che dista mezz’ora di strada da Mocoa, che non ha un aeroporto. Un mezzo dell’elisoccorso ha portato a Villagarzon un team medico militare che ha trasferito a Neiva, capoluogo del dipartimento di Huila, 19 feriti fra cui 11 bambini, alcuni in condizioni critiche e altri con fratture, ha riferito la presidenza. Tra gli aerei impegnati per i soccorsi c’è anche un Boeint 727 del Comando aereo di trasporto militare, che ha portato da Bogotà 26 soccorritori e tonnellate di aiuti. Non è però arrivato a Villagarzon, dove la pista dell’aeroporto è troppo corta per il suo atterraggio, quindi tutto è stato poi trasferito su aerei più piccoli.