Il “CUT-OFF” appena isolato sul nord-est dell’Algeria scatena una grossa tempesta di sabbia

MeteoWeb

Mentre un robusto promontorio anticiclonico dinamico, con massimi di oltre i 1030 hpa fra il Belgio e l’Olanda, si distende con i propri elementi fin sul bacino centrale del Mediterraneo, ripristinando condizioni di tempo stabile e soleggiato su gran parte delle nostre regioni, sull’entroterra desertico algerino, poco a sud della catena dell’Atlante, si va ad isolare l’ennesimo “CUT-OFF” che sta già apportando i primi rovesci e temporali sul nord-est dell’Algeria. Tale circolazione depressionaria, chiusa in quota, con un nocciolo di aria fredda polare marittima nella media troposfera (valori di -25°C a 500 hpa), oltre a originare piogge e temporali fin sull’entroterra desertico dell’Algeria orientale sta innescando una gigantesca tempesta di sabbia che dal deserto libico si estende alla Tripolitania, sconfinando fin sui deserti dell’Algeria orientale.

tempesta di sabbia sulla LibiaCome viene ben evidenziato dalle ultime moviole satellitari si nota chiaramente come questa tempesta di sabbia si sia ormai estesa su un’area molto vasta, che comprende buona parte dell’entroterra desertico della Libia fino all’estremo est dell’Algeria e alla parte più meridionale della Tunisia. I sostenuti, a tratti intensi, venti orientali, con una componente prevalente da Est e E-NE, che si sono attivati lungo il bordo settentrionale della circolazione depressionaria, ora sull’Algeria, stanno cominciando a spazzare vaste aree del deserto libico, dall’oasi di Gialo fino alla Tripolitania, sollevando per aria un ingentissimo quantitativo di polvere e pulviscolo desertico.

Sahara haboob 2008Si è venuta a formare un enorme nuvola di polvere che dall’entroterra desertico della Libia si sta spingendo fino all’est dell’Algeria e all’estremo lembo meridionale della Tunisia. La nuvola di sabbia, molto compatta, sotto la spinta degli intensi venti dai quadranti orientali, sta offuscando i cieli di gran parte della Libia settentrionale fino al nord della Tripolitania, pur non interessando ancora le aree costiere, determinando drastiche riduzioni della visibilità orizzontale.

"Haboob" provocato dall'avanzamento del flusso dell'umido Monsone di Guinea sul deserto sudanese meridionale
“Haboob” provocato dall’avanzamento del flusso dell’umido Monsone di Guinea sul deserto sudanese meridionale

Una parte della nuvola di sabbia, agganciata dai tesi venti orientali attivi sul bordo settentrionale del “CUT-OFF”, si spingerà in direzione dell’Algeria orientale e della bassa Tunisia, scatenando violente tempeste di sabbia che provocheranno drastiche riduzioni della visibilità orizzontale su gran parte delle località della Libia occidentale e dell’Algeria orientale.