DEF, Realacci: l’introduzione del Benessere Equo e Sostenibile aiuta la buona economia

MeteoWeb

“Molte delle misure annunciate per il DEF sono di grande interesse per l’ambiente e il rilancio dell’economia. È importante che per la prima volta nel Documento di Economia e Finanza siano introdotti quattro indicatori del Benessere Equo e Sostenibile (BES): reddito medio disponibile, indice di diseguaglianza, tasso di mancata partecipazione al lavoro e emissioni di CO2 e di altri gas clima alteranti. Parametri che contribuiscono a integrare i tradizionali indicatori economici per uno sviluppo più sostenibile e quindi più forte e duraturo; pur nelle note difficoltà di bilancio che l’Italia deve fronteggiare”. Lo afferma Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera. “Importanti anche le misure che puntano a rafforzare il sismabonus e le politiche di sostegno a un’edilizia basata sulla qualità, sull’efficienza, sulla sicurezza. Questa è l’occasione per riprendere quelle norme che non fu possibile inserire nella legge di Bilancio nonostante le indicazioni del Parlamento. Penso in particolare al completamento dell’utilizzo del sismabonus con gli strumenti finanziari necessari; all’estensione dell’ecobonus all’eliminazione dell’amianto, all’utilizzo del credito di imposta per la certificazione statica degli edifici. Su questo il Parlamento potrà dare il suo contributo. Si annuncia anche un ulteriore cambio di passo sul tema del trasporto pubblico locale, del trasporto sul ferro e del ricambio dei mezzi pubblici, misure necessarie sia per ridurre le emissioni inquinanti del settore che per migliorare la mobilità dei cittadini. Un passo avanti per una buona economia orientata al futuro”.