Ecco cosa succede al cervello quando mangiamo fragole

MeteoWeb

La scoperta arriva da uno studio statunitense che ha messo in relazione il funzionamento del sistema nervoso con il consumo di fragole.

Secondo i ricercatori del Centro di Nutrizione della Tufts University l’assunzione di fragole permetterebbe di “frenare” la degenerazione cognitiva mentale. Addirittura si parlerebbe di un forte aiuto nella prevenzione dell‘Alzheimer.

Il periodo di sperimentazione dello studio è stato abbastanza lungo e ha visto coinvolto un gruppo di ratti, al quale è stato somministrato una dieta ricca di fragole: secondo Poulose, autore della ricerca, i primi risultati positivi non sono tardati ad arrivare.

Dopo 30 giorni di dieta, i ratti hanno sperimentato una significativa protezione contro le radiazioni rispetto al gruppo di controllo. Abbiamo osservato significativi e speculari benefici delle diete con fragole e frutti di bosco, e questo effetto è dovuto ai fitonutrienti presenti”.

Adesso la sperimentazione passerà sugli esseri umani di età compresa tra i 60 e i 75 anni, al fine di verificare l’applicabilità all’uomo di tali scoperte.