Gonalgia o dolore al ginocchio: cause, sintomi, diagnosi, cura e prevenzione

MeteoWeb

La gonalgia o dolore al ginocchio è un disturbo comune che colpisce maggiormente sportivi e coloro che svolgono una vita particolarmente attiva,  manifestandosi, appunto, con dolore, acuto o cronico al ginocchio, gonfiore, formazione di ematomi, deformazioni del ginocchio, debolezza, difficoltà di movimento, scricchiolii, blocco delle articolazioni che non riescono ad allungarsi o a flettersi, difficoltà a sorreggere il peso corporeo, febbre.

CAUSE: Svariate le cause. Tra le principali: infiammazione dei nervi che partono dalla schiena e passano per il ginocchio; oppure infiammazione dei nervi che passano per l’anca, le cosce e le caviglie; distorsioni dei legamenti, lesione del menisco, frattura del ginocchio, lussazione, tendinite, borsite del ginocchio, artrosi, cisti di Baker, artrite reumatoide, artrite settica, condropatia rotulea, postura scorretta, inattività, freddo, sport che mettono sotto sforzo il ginocchio, obesità.

GONALGIA 1DIAGNOSI: La diagnosi passa per una valutazione complessiva del paziente, con particolare riferimento ad anamnesi ed esame obiettivo, approfondendo caratteristiche, sede e attività associata alla comparsa della gonalgia. In base al sospetto, il percorso diagnostico può prevedere una valutazione specialistica ortopedica che si avvale di radiografia del ginocchio, risonanza magnetica, ecografia, tomografia computerizzata. Una gonalgia acuta o cronica di origine dubbia, associata a versamento articolare, va valutata con aspirazione e con esame del liquido prelevato che prevede la colorazione di Gram, colture, conteggio totale e differenziale dei globuli bianchi e ricerca dei cristalli.

GONALGIA 2CURA E PREVENZIONE: Il trattamento, ovviamente, dipende dal tipo di problema riscontrato: bloccaggio dell’arto, assunzione di antidolorifici o antinfiammatori, sino all’intervento chirurgico (es. artroscopia, meniscectomia). Il più delle volte alla terapia classica si affiancano una serie di esercizi riabilitativi, dallo stretching, al massaggio, sino alla laserterapia. A volte si consigliano il riposo, tenendo il ginocchio appoggiato sul cuscino, o la crioterapia o infiltrazioni di cortisone, o agopuntura. Per prevenire la gonalgia occorre mantenere un peso corporeo adeguato, indossare calzature comode, correggere i difetti posturali, eseguire un moderato esercizio fisico.