L’industria dell’auto inglese difende i veicoli diesel

MeteoWeb

L’associazione inglese che rappresenta l’industria dell’automotive scende in campo per difendere i veicoli diesel, finiti nell’occhio del ciclone dopo lo scandalo delle emissioni di Volkswagen. La Society of Motor Manufacturers and Traders (Smmt) ha pubblicato un decalogo in cui spiega il ruolo che le auto diesel di nuova generazione possono svolgere “per migliorare la qualita’ dell’aria nelle citta’ e contrastare il cambiamento climatico“. “I veicoli diesel emettono in media il 20% in meno di CO2 rispetto ai loro equivalenti a benzina“, scrive la Smmt, secondo cui dal 2002 il diesel ha evitato l’immissione in atmosfera di 3,5 milioni di tonnellate di anidride carbonica. Il diesel, inoltre, usa il 20% di carburante in meno rispetto ai motori a benzina. I nuovi veicoli diesel Euro 6, sottolinea l’associazione, “sono i piu’ puliti della storia e lontani anni luce dai vecchi modelli. Hanno filtri speciali e tecnologie che convertono la maggior parte degli ossidi di azoto in innocui azoto e acqua”.