Pasqua: a Jesolo vietate le bevande alcoliche per strada e in spiaggia

MeteoWeb

Pasqua senza eccessi di alcol a Jesolo. L’ordinanza firmata dal sindaco Valerio Zoggia entra in vigore da sabato sera sabato 15 aprile alle ore 22 e prevede per la zona del Lido di Jesolo, arenile compreso, il divieto della vendita per asporto di bevande alcoliche di qualunque gradazione, effettuata anche attraverso distributori automatici. L’ordinanza avrà validità fino alle 22 di lunedì 17 marzo. Ad essere consentita sarà solamente la vendita per asporto di bevande alcoliche per uso domestico i cui contenitori dovranno essere chiusi e sigillati in appositi involucri. Sempre nello stesso periodo vigerà, inoltre, il divieto, arenile compreso, di detenere in qualunque contenitore e consumare bevande alcoliche di qualunque gradazione in luogo pubblico, con esclusione del consumo effettuato all’interno dei pubblici esercizi autorizzati alla somministrazione. Un’ordinanza firmata dal sindaco Zoggia per prevenire ed evitare le consuete annunciate feste alcoliche giovanili promosse sui social network che tutto porterebbero tranne che un sano turismo e una tranquilla convivenza tra i tanti ospiti che arriveranno in questi giorni a Jesolo. Una decisione che Jesolo adotta ormai da tre anni e che ha portato i risultati che l’amministrazione voleva, evitando così situazioni che avrebbero potuto causare disagio e disturbare gli ospiti. La violazione dell’ordinanza comporterà, oltre che a pesanti sanzioni (fino a 200 euro), anche l’accertamento della responsabilità penale da parte della Procura della Repubblica. Impegnati nel far rispettare l’ordinanza saranno gli agenti della Polizia Locale. Sotto la lente di controllo saranno soprattutto piazza Mazzini e il lungomare ma anche altre zone del Lido solitamente ritrovo di giovani. (AdnKronos)