Pasqua: dalle gravine alle chiese, i riti della Passione in Puglia

MeteoWeb

I Perdoni di Taranto, con processioni che durano per tre giorni. Il rito notturno di Molfetta. Le ”Passioni di Cristo” nelle gravine della provincia di Taranto. Tanti appuntamenti caratteristici in Puglia. La Settimana Santa in Puglia è ricchissima di Vie Crucis e di rappresentazioni religiose caratterizzate da figure simboliche che resistono nel tempo con tutta la loro forza evocativa. A Taranto è un rito antico e peculiare la processione dei ”Perdoni” (in dialetto jonico ”perdune”) che inizia nel pomeriggio del Giovedì Santo per i ”sepolcri”. Sono coppie di confratelli del Carmine incappucciati e scalzi che nel pomeriggio escono a cadenze lente dalla chiesa del Monte Carmelo e vanno in pellegrinaggio nelle chiese dove sono allestiti gli altari della reposizione. Le processioni sono due: il pellegrinaggio dell’Addolorata e la processione dei Misteri. Una preparazione meticolosa che prende il via nel giorno delle Palme quando le due maggiori confraternite (Maria Santissima Addolorata e San Domenico; Maria Santissima del Carmine) bandiscono una gara per la partecipazione alle processioni e l’assegnazione delle statue. A Massafra, sempre in provincia di Taranto, al Giovedì santo esiste un rito analogo a quello dei Perdoni ed è chiamato il giorno del Bordone. Coppie di confratelli penitenti, con il bastone del Pellegrino ed una corona di spine sul cappuccio che ne copre i volti, usciranno ad intervalli regolari dalla chiesa del Carmine per rendere omaggio agli altari dei sepolcri. Il bordone è un bastone alto due metri che i penitenti recano con sé nel cammino verso le chiese del centro antico e del perimetro urbano. Il Venerdì Santo di Molfetta, in provincia di Bari, è segnato da un rito molto intenso, un vero e proprio funerale di grande impatto emotivo che è la processione notturna dei cinque Misteri condotti a spalla e braccia dai portatori. Dalla chiesa di Santo Stefano, alle 3.30, escono cinque statue di cui l’ultima è il Cristo Morto. Tutto il percorso dura circa nove ore, accompagnato dalle marce funebri della banda cittadina. Tutti i partecipanti assistono silenti sino a diventare una grande folla al momento del ritiro del percorso. Caratteristica del Venerdì Santo è la processione di San Marco in Lamis, in provincia di Foggia. Il corteo è accompagnato da grandi fasci di rami d’albero, legni e frasche a cui viene dato fuoco, rendendole delle torce. La simbologia cristiana attribuisce a questi fuochi, che punteggiano la sera e la notte, la funzione di illuminare il cammino della Madonna alla ricerca del figlio Gesù morto dopo la crocifissione. La Puglia pullula di riti, ciascuno caratteristico di territori e città, e tutti sono contrassegnati da una devozione che li fa resistere al tempo.