Ricerca: i neonati italiani i più piagnoni al mondo, sul podio con britannici e canadesi

MeteoWeb

I bambini piangono di più in Italia, Regno Unito, Olanda e Canada, mentre si lamentano meno in Danimarca, Germania e Giappone. È quanto afferma uno Studio dell’università di Warwick, in Inghilterra, pubblicato sul Journal of Pediatrics. La ricerca, che aveva come obiettivo l’analisi di quanto piangono i neonati nei primi tre mesi di vita, è stata condotta da diversi psicologi del Regno Unito, e ha portato a creare le prime mappe universali in merito. I livelli più alti sono stati individuati nel pianto che dura più di tre ore al giorno per almeno tre giorni a settimana e sono stati riscontrati appunto in bambini di Regno Unito, Canada e Italia. “Potremmo capire di più guardando alle culture in cui si piange meno, per esempio capire se questo possa essere dovuto al ruolo dei genitori o ad altri fattori legati alle esperienze in gravidanza, o alla genetica“, spiega Dieter Wolker, che ha guidato lo studio.

Stando alla ricerca, in media i bambini nelle prime due settimane i bambini piangono circa due ore al giorno; poi un po’ di più nelle settimane successive, e raggiungono un picco di due ore e 15 minuti al giorno a sei settimane; questo poi si riduce a una media di un’ora e 10 minuti entro il raggiungimento delle 12 settimane. La ricerca consiste in una meta-analisi di studi realizzati su circa 8.700 bambini in Germania, Danimarca, Giappone, Canada, Italia, Olanda e Regno Unito.