In Algeria, alla scoperta di Qal’a dei Banu Hammad

MeteoWeb

Qual’a dei Banu Hammad è un sito archeologico situato presso l’odierna città di Bishara, circa 200 km a sud-est di Algeri, in Algeria. Esso contiene le rovine della cittadella degli Hammanidi, costruita nel 1007 da Hammad e demolita nel 1152. Dal 1980 il sito, collocato in una zona montuosa di straordinaria bellezza, è Patrimonio dell’Umanità Unesco. Gli Hammanidi erano una dinastia berbera che ha governato dal 1008 al 1152 un’area oggi sovrapponibile all’odierna Algeria. A partire dal 1090, gli Hammanidi furono minacciati dall’avanzata dei Banu Hilal, una tribù araba che, attraverso l’Egitto, si era spinta lungo tutto il Nord Africa.

Nel 1090 gli Hammanidi spostarono la loro capitale a Bejaia che, in breve tempo divenne una delle più prosperose città del Medioevo nel Mediterraneo. Nel 1152 la cittadella di Qal’a dei Banu Hammad venne distrutta dagli Amohadi.

Q 3Tra le rovine presenti in questo complesso fortificato, tra i più antichi e conservati, vi è il palazzo, un complesso di tre diversi edifici che testimonia la raffinatezza architettonica del raggiunta dal regno hammadide, la moschea, la cui sala di preghiera presenta 13 navate con 8 baie (la più grande dopo quella di Mansourah) ed il suo minareto, il più antico in Algeria dopo quello di Sidi Boumerouane, una serie di palazzi che mostrano la ricchezza di questa civiltà che ha influenzato, architettonicamente, il modo di costruire arabo, andaluso e siculo.