Bimbo morto per otite, Boiron: “L’omeopatia con gli antibiotici, anche ai miei figli”

MeteoWeb

Gli antibiotici? “Li prendo e anche i miei figli“. Così, in un’intervista al Corriere della Sera, il ‘padre dell’omeopatiaChristian Boiron, direttore generale del Gruppo Boiron, leader mondiale dei farmaci omeopatici. “Certo, sono un farmacista. E ho scelto ogni volta la cura migliore per loro, come qualunque papà e nonno. Anche mia madre e mio padre erano farmacisti, da piccolo sono stato curato in modi diversi. Casa nostra era frequentata da medici tradizionali e medici omeopati. La cosa davvero importante è proprio questa: scegliere un buon medico, perché è suo il compito di fare la diagnosi giusta e dare la cura più adatta“, continua Boiron. E in merito al decesso di un bimbo di sette anni nel pesarese ad Ancona per un’otite curata con metodi omeopatici, Boiron dice: “Non so se nel caso specifico la questione sia la diagnosi o il trattamento, se il problema sia il medico o i genitori che non lo hanno portato subito all’ospedale. Certo è che se una persona muore dopo aver preso un farmaco allopatico, nessuno dà la colpa alla cura. E purtroppo nel mondo ogni anno muoiono due milioni di persone per questo, nessuno dice niente“.