Dai “maestri” produttori del vino un quadro per chiudere “Sicilia en Primeur”

MeteoWeb

È stata ribattezzata ‘Wines of Sicily’, opera prima dei ‘maestri’ produttori di vino siciliano: è una tela dipinta con i colori del vino dai titolari di 49 aziende di Assovini che hanno partecipato a ‘Sicilia en Primeur’. La 14ª edizione dell’anteprima dei vini siciliani promossa da Assovini, infatti, si è conclusa con il rito della ‘macchiata’ – un quadro che ha preso forma con le pennellate di rossi e bianchi – nei giardini Radicepura di Giarre (Catania).
La kermesse enologica ha dato l’occasione di degustare più di 430 etichette delle 49 tra le principali aziende vitivinicole siciliane, e di scoprire la ricchezza gastronomica, paesaggistica e culturale di un’isola che vanta una biodiversità unica al mondo. A ‘Sicilia en Primeur’ hanno preso parte 50 sommelier dell’Ais, al lavoro per quasi 800 calici di vino degustati ogni giorno, 100 partecipanti alle master class che hanno passato in rassegna i vini di 49 aziende, il pubblico che sabato sera ha partecipato alle degustazioni.
“La Sicilia è un continente del vino – ha detto il presidente di Assovini, Francesco Ferreri – e l’anteprima è stata l’occasione per far conoscere i singoli territori che caratterizzano i nostri vini e al contempo i forti investimenti che in questo anno sono stati fatti dalle aziende siciliane nell’ottica dell’enoturismo, un fenomeno sempre più in crescita che porta valore aggiunto all’economia dell’intera regione: basti ricordare che la media di visitatori nelle cantine Assovini è di 4.000 presenze all’anno e che più del 90% degli associati Assovini prevede la vendita diretta di vino in azienda”. (AdnKronos)