Il maltempo attenua la siccità, ma è ancora presto per parlare di “emergenza conclusa”

MeteoWeb

Se è vero che il Centro-Sud sarà alle prese, nei prossimi giorni, con un paio di vampate di caldo molto intense che potranno portare le temperature a risalire fino a +35°C ed oltre, importante appare oggi poter valutare gli accumuli precipitativi per quelle aree del Nord Italia che fino a qualche giorno fa erano alle prese con una grave e perdurante siccità. La cosa appare oltremodo importante perché lo scenario estivo ma anche autunnale ci proietta verso due prossime stagioni assai calde. Non solo l’estate lo sarà, ma, lo ricordiamo anche la stagione autunnale, stante la presenza ormai data per scontata del Niño.

Ebbene, analizzando la mappa degli accumuli proposta da GFS, possiamo notare che le indicazioni sono confortanti. Infatti il colore fucsia proprio di accumuli superiori ai 100 mm, ricopre tutta il Settentrione. Il che appare di buon auspicio.

La problematica della siccità però è tutt’altro che dirsi risolta perché, viste le premesse legate alle previsioni di caldo estivo assai marcato, richiederà ulteriori ed attenti monitoraggi.