Made in Italy: con Oranfrizer i frutti siciliani in viaggio per il mondo

MeteoWeb

Si infittisce il calendario degli eventi internazionali in cui Oranfrizer promuove i frutti coltivati in Sicilia, prima fra tutti l’arancia rossa. Esportare gli agrumi, l’ortofrutta e le spremute e puntare continuamente lo sguardo verso i paesi esteri è un impegno che la leader del settore agrumicolo sta potenziando, anno dopo anno, contribuendo a migliorare la presenza dei sani prodotti siciliani in Europa, in Asia e negli Usa. I frutti di Oranfrizer muniti di ‘passaporto’ e più orientati all’internazionalizzazione sono gli agrumi, freschi e spremuti. Oranfrizer è stata presente in Olanda, per l’evento Plma in cui le realtà produttive si aprono al mondo del marchio del distributore. Questa edizione ha visto la partecipazione di 2.500 aziende espositrici in 60 padiglioni nazionali e regionali. Nel private label l’azienda siciliana conta più di trent’anni di esperienza maturata sul territorio nazionale e in Nord Europa; tra i più importanti distributori serviti ci sono Coop in Italia, Coop Norge nei paesi scandinavi e Mark&Spencer in Gran Bretagna. Tappa successiva Londra, al JW Marriott Park Lane di Grosvenor House, con la quarta edizione del London Produce Show and Conference, trasformato in un crocevia di buyer del settore soprattutto ortofrutticolo provenienti da tutto il mondo, e un focus sulla crisi dei consumi di verdure nel Regno Unito, al fine di orientare l’attenzione della popolazione inglese verso i prodotti freschi salutari, ma anche sulle nuove dinamiche sviluppate dalla Brexit in ambito europeo e sulle eventuali future problematiche legate all’export negli Usa per via dei dazi annunciati dal presidente Donald Trump. La fetta di mercato che Oranfrizer sta ritagliando per gli agrumi Made in Italy in Gran Bretagna sta crescendo sia in termini di volumi che in termini di varietà esportate. Oranfrizer mira a incontrare una fascia di domanda particolarmente esigente, alla quale risponde già da diversi anni con l’attenta selezione di limoni, arance bionde ma soprattutto con più varietà di arance rosse Moro, Sanguinello e Tarocco, solo di altissima qualità, che vengono raccolte ed esportate per ben sei mesi cioè da dicembre a maggio. Altra destinazione New York, dove saranno protagoniste le spremute di Oranfrizer. Quest’anno nella Grande Mela, infatti, l’azienda parteciperà per la prima volta al Summer Fancy Food e battezzerà proprio in questa occasione Mongibello: il nuovo product name è ispirato all’Etna ed è stato scelto da Oranfrizer per la sua ‘vulcanica’ spremuta d’arancia rossa siciliana che a partire dal 2017 varcherà i confini del mercato americano. Il prodotto parteciperà all’Italian Food Awards Usa 2017 ed è pensato e dedicato solo al mercato americano. Oltreoceano l’azienda esporta succhi ‘not from concetrate’ già da vent’anni e con il lancio di Mongibello e mirate strategie di comunicazione intende proporsi a nuovi canali di vendita. Oranfrizer al Summer Fancy Food sarà posizionata nell’area (Level 3 Booth 2220 ) che punta i riflettori sul progetto Freshness from Europe (finanziato dall’Unione europea, dallo Stato italiano e gestito dal Centro servizi ortofrutticoli), per perseguirne e concretizzarne gli obiettivi, ovvero promuovere e ampliare i consumi di frutta italiana nei paesi del Nord America, del Giappone, della Cina e degli Emirati Arabi. Dopo il grande debutto di Mongibello negli States, l’azienda punterà l’attenzione verso Hong Kong con l’Asia Fruit Logistica e verso Shanghai con l’Fhc 2017.