Obama a Milano, Codacons: un benvenuto nella città più inquinata d’Italia

MeteoWeb

Un benvenuto del Codacons all’ex Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, dalla città più inquinata d’Italia.

I dati parlano chiaro: in Italia il record europeo di morti. In Italia si muore di più e prima del tempo, rispetto agli altri Paesi dell’Unione europea, a causa dell’inquinamento dell’aria in città. La stima arriva dall’ultimo rapporto dell’Agenzia europea dell’ambiente, nel 2012 ha registrato 84.400 decessi prematuri, su un totale di 491mila a livello Ue.    

L’area più colpita in Italia – prosegue il Codacons – dal problema delle micropolveri si conferma quella della Pianura Padana, con la città di Milano in testa, la quale più volte negli ultimi anni ha oltrepassato il limite fissato a livello Ue di una concentrazione media annua di 25 microgrammi per metro cubo d’aria.

Le conseguenze sulla salute umana sono disastrose.

Infatti, l’inquinamento dell’aria, è ancora il maggiore rischio accorciando gli anni di vita della popolazione e contribuendo a malattie gravi, come quelle cardiache e respiratorie, oltre che ai tumori.”

Il Codacons ha presentato denuncia alla Procura della Repubblica. – spiega l’Associazione –  è da anni che ci battiamo contro l’inquinamento atmosferico. Nel corso degli anni abbiamo proposto più di una soluzione ai vari Sindaci di Milano e Governatori che si sono succeduti in Regione Lombardia, ma la cose si stanno muovendo troppo lentamente.

Più volte è stata chiesta l’estensione dell’Area C su tutta Milano, che contribuirebbe a diminuire sensibilmente l’inquinamento atmosferico in città; come anche il limite massimo cittadino di 30 Km/h, che tra l’altro abbatterebbe il rischio di incidenti mortali, altro problema molto sentito. L’inerzia colpevole di Sindaci e Regione contribuisce a provocare nuovi morti e malati ogni anno che passa.

Per i nostri figli è necessario agire ora e subito, più aspettiamo e peggio sarà per la salute di tutti.”