Salone del Libro: ricerca, tecnologia e innovazione sul palco Rai del Lingotto

MeteoWeb

Presentato al Lingotto un progetto innovativo rivolto all’inclusione delle persone con disabilità per creare un percorso museale pilota, presso il Museo della Radio e della Televisione di Torino. Un progetto comune a cura del Centro di Produzione Rai di Torino, Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica e Segretariato Sociale in collaborazione con il Politecnico di Torino e ”Città della salute”. ”E’ dedicato ai non udenti e non vedenti – ha precisato Maria Mussi Bollini, dirigente Rai e responsabile del Museo della Radio e della Televisione – e s’inserisce in una politica di inclusione e accessibilità che l’Assessorato alla cultura di Torino sta promuovendo su tutti i musei del territorio”. Un programma sorprendente come hanno spiegato Aberto Morello, direttore del Crit e Carla Monterchi, del dipartimento di Otorinolaringoiatria della Citta della Salute e Scienza di Torino assieme al professor Roberto Alvera Ordinario di Otorinolaringoiatria dipartimento Scienze chirurgiche. I non vedenti saranno audio guidati dal tablet della teca: quando uno di loro si avvicina viene accolto con una frase di benvenuto, e quindi gli viene descritto il contenuto della teca e gli oggetti presenti mentre per i non udenti sarà disponibile un attore virtuale per le traduzioni in Lis. Per portatori di apparecchio acustico o impianto cocleare si intende implementare un sistema di trasmissione ad induzione magnetica accoppiata alla diffusione bluetooth ma ”In un contesto piuttosto rumoroso – spiega la dottoressa Carla Monterchi – senza una facilitazione si guasterebbe il messaggio. Quindi – ha proseguito – le persone portatrici di impianto cocleare si devono in questo caso avvalere anche dell’audio lettura”.