Terremoto: maxistalla per animali ad Acquasanta Terme

MeteoWeb

Una maxistalla capace di ospitare fino a 250 mucche e 1.000 pecore sfollate dalle aziende terremotate del Piceno. E’ l’iniziativa promossa da Coldiretti Ascoli e Fermo e dall’azienda Extend di Cittadella (Padova) che celebra quest’anno i 50 anni di attivita’ ed ha deciso di accompagnare all’occasione un momento di valore sociale, devolvendo buona parte di quanto previsto per i festeggiamenti ad un’azione di solidarieta’. La maxistalla sara’ montata nell’azienda Petrelli Carni, nella frazione Centrale, ad Acquasanta Terme. Una squadra di una decina di operai inviati dall’impresa veneta e’ gia’ al lavoro, insieme al personale della Coldiretti. “A nove mesi dal sisma che ha devastato le due province non si ferma la solidarieta’ degli italiani” dicono Paolo Mazzoni, presidente di Coldiretti Ascoli Fermo, e il direttore Alessandro Visotti, ringraziando l’azienda donatrice. Sotto il coordinamento di una task force sono state avviate numerose iniziative assieme all’Associazione Italiana Allevatori e ai Consorzi Agrari che hanno consentito la consegna di mangiatoie, mangimi, fieno, carrelli per la mungitura, refrigeratori e generatori di corrente oltre a roulotte, camper e moduli abitativi. Bene anche le campagne “adotta una mucca” e “dona un ballone” di fieno per garantire l’alimentazione del bestiame. E non e’ mancata la solidarieta’ della gente comune con una vera corsa all’acquisto dei prodotti terremotati che ha coinvolto quasi un italiano su quattro (24%), compreso il papa, che ha incaricato espressamente l’Elemosineria Apostolica di comprare prodotti alimentari tipici delle aree colpite da distribuiti a diverse mense caritative della citta’ di Roma.