Tumori, Roma: torna la “Race for the Cure” contro il cancro al seno

Tre giorni di Salute, sport e benessere all’insegna della lotta contro il cancro al seno. Torna a Roma la manifestazione di raccolta fondi ‘Race for the Cure‘, promossa dall’organizzazione di volontariato Susan G. Komen Italia, in prima linea nella lotta al ‘big killer in rosa’ su tutto il territorio nazionale. L’appuntamento è per i giorni 19, 20 e 21 maggio al Circo Massimo. Madrine di questa edizione, la diciottesima, Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi. Durante la 3 giorni – spiegano gli organizzatori – viene allestito al Circo Massimo il ‘Villaggio della Salute’ con percorsi di promozione della Salute rivolti a donne appartenenti a categorie disagiate, stage di apprendimento di discipline sportive, esibizioni di fitness e laboratori teorici e pratici di sana alimentazione. L’obiettivo dell’evento è anche quello di incoraggiare a uno stile di vita sano nel rispetto delle norme di prevenzione primaria e secondaria, all’attività fisica e a una corretta alimentazione. “La Race for the Cure – dichiara il presidente della Komen Italia, Riccardo Masetti – vuole tenere alta l’attenzione su un problema importante per la Salute delle donne e vuole incoraggiarle a seguire uno stile di vita sano adottando semplici norme di prevenzione. E’ un evento gioioso, una manifestazione emozionante che unisce lo sport, la Salute e il benessere“. Lo scorso anno – ricordano i promotori – sono state erogate al ‘Villaggio della Salute’ circa 830 prestazioni gratuite tra visite senologiche, mammografie, ecografie, visite dermatologiche, ecografie tiroidee e altri esami specifici. Sono stati diagnosticati 3 tumori del seno e 5 tumori della pelle. Anche grazie ai fondi raccolti dalla Race for the Cure, Komen Italia promuove la prevenzione, migliora la qualità delle cure, potenzia le strutture cliniche e offre supporto alle donne che si confrontano con la malattia. Dal 2000 a oggi, 13 milioni di euro sono stati investiti per realizzare oltre 700 nuovi progetti. Quella di Roma è la Race più partecipata al mondo, si evidenzia nella nota. Per iscriversi basta una donazione minima di 15 euro, che dà diritto a ricevere fino a esaurimento il pettorale, la borsa gara con gli omaggi delle aziende partner e la t-shirt della manifestazione. La manifestazione termina con il tradizionale lancio di palloncini rosa, una celebrazione che ha come protagoniste le ‘Donne in Rosa’, ovvero le donne che si sono confrontate o si stanno confrontando con la malattia, alle quali sono riservati laboratori di attività fisica e sportiva e laboratori di benessere psico-fisico.