G7 Ambiente: i panda del Wwf hanno “occupato” Bologna

MeteoWeb

Diversi panda di cartapesta del Wwf hanno ‘presidiato’ questa mattina via Rizzoli, vicino al simbolo di Bologna, le Due Torri, in occasione dei lavori del G7 Ambiente. “I pandini – ha spiegato il Wwf – vogliono attirare l’attenzione sull’urgenza di interventi sul problena dei cambiamenti climatici“. Il titolo dell’iniziativa, infatti, e’ ‘Save the Climate, Save the Humans‘. “Il G7 dei ministri dell’Ambiente – ha spiegato l’associazione che si rivolge alle istituzuoni anche con un appello del Comitato scientifico – deve essere l’occasione per dare concretezza all’azione sul clima, dando avvio a politiche che vadano anche oltre gli impegni finora assunti per attuare l’Accordo di Parigi“. Un pandino è stato consegnato dal Wwf al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti all’Hotel Savoia Regency, dove si tengono i lavori del G7. Il ministro ha deciso di portarlo con se’ in riunione al tavolo del vertice con gli altri ministri del G7. A consegnare il panda a Galletti, Marco Galaverni, responsabile del Wwf young, insieme alla responsabile Clima dell’associazione, Maria Grazia Midulla.