Incendio in deposito rifiuti ad Alcamo: “Un altro disastro ambientale è in corso”

MeteoWeb

Un altro disastro ambientale è in corso ad Alcamo, il Governo intervenga per prevenire gli incendi agli impianti del settore rifiuti“: lo dichiara Claudia Mannino, deputata del Gruppo Misto. “La lunga lista degli incendi agli impianti che si occupano di stoccaggio e trattamento dei rifiuti nell’ultima settimana si è allungata ulteriormente. Ieri è toccato ad Alcamo, provincia di Trapani, dove un deposito per la raccolta differenzia dei rifiuti di contrada Stasi ha provocato un’altissima nube nera. Un vero e proprio disastro ambientale che segue solo di qualche giorno quello avvenuto in un deposito di rifiuti situato nell’abitato di Bruzzano, nel milanese, durante il quale l’Arpa ha registrato una quantità di diossina elevatissima, circa 270 volte superiore alla norma“. “Oltre ai clamorosi incendi avvenuti alla Eco x di Pomezia e alla Veritas di Porto Marghera, ci sono moltissimi altri casi che occupano le cronache locali ogni giorno. Soltanto nella zona industriale di Carini, negli ultimi mesi hanno avuto luogo due incendi presso la Ecofarma e la Sidermetal, che trattano entrambe rifiuti speciali. La qualità dell’inquinamento derivante dalla combustione di questi materiali è particolarmente nociva, di tossicità elevatissima. Un mese fa ho interpellato il governo su alcune questioni riguardanti questi episodi, chiedendo di valutare l’obbligo della videosorveglianza e altre misure di prevenzione, ma l’urgenza della questione non è stata colta dal ministro Galletti. Sottovalutare in questo modo un problema così grave e dannoso per la salute dei cittadini è irresponsabile, Gentiloni e Galletti devono fare qualcosa di concreto per fermare questi disastri ambientali così frequenti e sistematici. L’inquinamento è la vera epidemia di questo paese e tutto questo ha un costo elevatissimo, sia a livello sanitario che economico“.