Santuario Hera a Paestum: durante gli scavi trovati resti di abitazione

MeteoWeb

Durante gli scavi effettuati dall’Universita’ “Federico II” di Napoli, nel santuario di Hera, a due passi dall’antica colonia magno-greca di Paestum sono stati scoperti i resti di un’unita’ abitativa. Bianca Ferrara, direttrice dello scavo ha spiegato: “Il piu’ recente scavo restituisce la planimetria di un’unita’ abitativa, di forma quasi quadrata, con ambienti disposti intorno a una corte centrale, databile tra la fine del III e l’inizio del II sec. a.C. L’edificio sottostante, piu’ antico, e’ realizzato in restituisce una planimetria rettangolare. L’attuale campagna di scavo, concentrata, in particolar modo, nel settore meridionale di questo edificio, ci ha consentito di datare l’impianto nei primi decenni del II sec. a.C. e la definitiva defunzionalizzazione entro il II sec. d.C.”.  “Gli studenti e i giovani archeologi e tirocinanti del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Universita’ degli Studi di Napoli Federico II che hanno partecipato allo scavo, hanno mostrato grande interesse ed entusiasmo nella conoscenza del santuario e del territorio circostante, percepito come una realta’ viva e inclusiva, fortemente identitaria per anche per la popolazione locale”.