Uomo ferito da orso in Trentino, AIDAA: “Si faccia chiarezza”

MeteoWeb

Un esposto alla procura della repubblica di Trento per chiedere che si faccia chiarezza su quanto realmente accaduto nei boschi della zona dei laghi di Lamar. Secondo la ricostruzione fatta dal ferito, lo stesso stava passeggiando nei boschi di Predera nel territorio di Terlago in località comune di Vallelaghi. L’uomo secondo la ricostruzione stava passeggiando verso le 19 di sabato quando si sarebbe imbattuto in un orso che a suo dire lo avrebbe ferito ad un braccio dopo averlo trascinato e sempre secondo l’uomo lui si sarebbe salvato in quanto il cane (anche lui ferito) avrebbe distratto l’orso permettendogli di gettarsi in un dirupo. La storia – spiega AIDAA in una nota – ha dei lati oscuri, molto probabilmente questo orso ha cercato dapprima di dissuadere l’uomo dall’avvicinarsi mettendo in atto tutti gli accorgimenti di dissuasione e poi avrebbe dato un avviso con un falso attacco in quanto un vero attacco da parte di un orso avrebbe lasciato conseguenze letali.

“Innanzitutto gli orsi non attaccano mai senza motivo – dice Lorenzo Croce presidente di AIDAA – quindi ci aspettiamo che passata la paura il ferito racconti la verità e comunque se l’orso ha attaccato si era sentito in pericolo siccome non vogliamo che accada un altro caso Daniza visto che gli attori dal presidente della provincia Rossi che ha subito firmato l’ordinanza di cattura al ministro Galletti, quello che voleva abbattere i lupi, sono gli stessi del caso della orsa Daniza mettiamo le mani avanti chiedendo alla Procura Trentina di aprire un inchiesta formale e di acquisire attraverso le testimonianze e anche gli esiti delle visite mediche e dei referti ospedalieri per appurare come sono andate realmente le cose. Qualche dubbio sulla ricostruzione rimane- conclude Croce- anche perchè se voleva davvero fare male l’orso non si sarebbe limitato ad un morso al braccio ma avrebbe fatto davvero male al fortunato passeggiatore”.