Come controllare il posizionamento del tuo sito con SEO SERP Mojo

MeteoWeb

Chi gestisce un blog o un portale web, vuole quotidianamente sapere se il suo lavoro funziona o meno, se gli utenti riescono a trovare gli articoli che pubblichiamo, e se il nostro lavoro è apprezzato dai motori di ricerca. Riuscire a pubblicare articoli, recensioni, notizie che siano sempre interessanti per gli utenti, per poter far crescere il proprio prodotto, non può prescindere dal conoscere la SEO, l’ottimizzazione dei contenuti per i motori di ricerca.

Intercettare l’interesse degli utenti in base a ciò che cercano su Google e sugli altri motori di ricerca, infatti, è essenziale per poter salire più in alto possibile con i risultati, ottenendo così nuove visite; quello che molti non sanno è che l’analisi delle parole e del posizionamento non si fa solamente dal computer, ma si può fare anche dal cellulare, utilizzando delle applicazioni apposite.

Questi rank checker sono molto diffusi ultimamente anche per gli smartphone, consentendo di controllare l’andamento di un sito sui motori di ricerca anche quando non siamo nel nostro ufficio. Un’ottima app che rientra in questa categoria è sicuramente SEO SERP Mojo, ed è disponibile gratuitamente su Google Play.

Andiamo ad analizzarla in profondità con l’aiuto di Dario Scarano, esperto seo e gestore del sito Seoeposizionamento.it

SEO SERP Mojo: come funziona

Il funzionamento dell’applicazione è molto semplice, e di base si parte da un indirizzo web oppure da un termine di ricerca.

La schermata principale è molto spartana, e ci chiede semplicemente di effettuare la ricerca che ci interessa. La prima cosa da scrivere è, ovviamente, l’url (ossia l’indirizzo del sito) di cui ci interessa sapere il posizionamento.

Fatto questo, dobbiamo scegliere una o più parole chiave, (ossia la keyword), per la quale vogliamo verificare il posizionamento (nel senso: in che posizione si trova sui motori di ricerca il sito www.abcd.it, se cerco ABCD?); si possono aggiungere un numero illimitato di parole chiave e di url da monitorare.

A questo punto non rimane che scegliere lo stato che ci interessa; nel caso in cui siamo interessati al nostro, l’Italia. Infine andremo a scegliere per quali motori di ricerca vogliamo fare il controllo: abbiamo a disposizione Google, Yahoo e Bing, anche se possiamo togliere quelli che non ci interessano.

Una volta definiti tutti i dati, dobbiamo salvare il nostro progetto e il software si metterà subito all’opera. Da notare che potrebbe essere necessario qualche minuto per verificare le nostre posizioni, ma i risultati saranno completi.

Quella che abbiamo appena visto è la funzione di base dell’app, a cui però se ne aggiungono anche altre: per esempio, è possibile verificare per una serie di giorni consecutivi come siamo posizionati per uno specifico motore (questo sarà possibile farlo dopo un po’ di giorni di utilizzo dell’applicazione), e sarà possibile esportare tutte le informazioni per consultarle poi con calma, magari sul computer.

L’applicazione permette di tracciare qualsiasi numero di indirizzi e qualunque numero di parole chiave, per cui non impone un limite in questo senso; tuttavia è presente una versione Pro che permette, a pagamento, di avere anche funzioni aggiuntive.

Le funzioni aggiuntive dell’app: la versione Pro

La versione Pro serve soprattutto per poter tracciare in modo automatico il posizionamento giorno per giorno: mentre, infatti, per farlo con la versione gratuita è necessario aprire l’app quotidianamente, con l’aggiornamento l’app lavora in background, e controlla giorno per giorno il posizionamento anche senza necessità che la apriamo.

Inoltre è possibile avere statistiche più precise, ad esempio quello relativo allo stato delle singole parole chiave (se una è migliorata, ha mantenuto la sua posizione oppure se è scesa di posizione).

In versione gratuita è quindi utile per chi deve guardare sporadicamente il posizionamento, o per chi magari ha un sito piccolo che fa poche visite ma vuole seguire costantemente la situazione; per chi, invece, necessita di aggiornamenti più frequenti, ma soprattutto ha necessità di avere delle statistiche accurate simili a quelle di un tool online per la SEO, il consiglio è di passare alla versione a pagamento per avere un controllo più completo sul proprio posizionamento.

L’applicazione nel complesso è molto semplice, immediata per chi deve seguire costantemente il posizionamento del proprio sito in merito alle parole chiave. Tuttavia, è molto utile specialmente a chi si sposta molto, e non ha la possibilità di avere sempre un computer a disposizione; quando i tool web non permettono una visualizzazione ottimale sul piccolo schermo dello smartphone, SEO SERP Mojo consente di verificare le statistiche in modo semplice.