Incendi: il Parco del Pollino aderisce alla marcia silenziosa

MeteoWeb

Non poteva mancare – spiega il presidente del Parco nazionale del Pollino Domenico Pappaterrala nostra adesione a una iniziativa che punta ad una severa riflessione su quanto e’ accaduto quest’estate nel territorio del Parco del Pollino, in Calabria e in tutto il Centro-Sud d’Italia. Una vera e propria tragedia“. Pappaterra annunciando l’adesione del Parco alla “marcia silenziosa” sui luoghi interessati dagli incendi prevista per sabato 2 settembre. “Una tragedia che ci imporra’ a fine emergenza una valutazione rigorosa e autocritica sul funzionamento complessivo della macchina organizzativa per apportare i correttivi necessari a fronteggiare un fenomeno criminoso che richiede un salto di qualita’ nelle attivita’ di prevenzione e repressione oltre che nella lotta attiva. La marcia silenziosa ci riporta e sollecita il richiamo al valore della bellezza calpestata dalla violenza dell’uomo e di cui dobbiamo quanto prima riappropiarci. Per noi, che abbiamo vissuto in questi due mesi direttamente questa tragedia, e’ stata una sofferenza nel vedere tanta bellezza cancellata, vedere annientati decenni di rimboschimenti che erano il fiore all’occhiello della forestazione produttiva degli anni passati o vedere accerchiati dal fuoco i nostri bellissimi Comuni. Ho molto apprezzato, le autorevoli prese di posizione di alcuni Vescovi calabresi come mons. Savino e mons. Nole’ che con un approccio educativo e richiamando la recente Enciclica di Papa Francesco sull’Ambiente hanno invitato tutti gli uomini a riconoscersi nella grandezza del Creato abbandonando propositi distruttivi e convertendosi a una vita che esalti il bene comune“. “Con questo spirito parteciperemo alla marcia di sabato percorrendo la pista ciclopedonale parzialmente danneggiata di Morano Calabro“.