Incendi, Slovenia: rogo esteso su oltre 40 ettari nel Carso

MeteoWeb

Un vasto incendio è divampato in Slovenia, investendo un’area di 40 ettari, secondo alcune fonti esteso fino a 80, lungo il tratto di linea ferroviaria fra Divaccia e Roditti. A quanto pare la causa scatenante potrebbero essere le scintille sulle rotaie che, a causa delle temperature alte e della siccità costante in tutto il Carso sloveno, hanno innescato le fiamme alimentando sette incendi diversi. Nonostante l’area interessata dalle fiamme sia difficile da raggiungere, i mezzi di soccorso sono intervenuti prontamente e oltre 200 vigili del fuoco, supportati dagli elicotteri dell’esercito sloveno, hanno lavorato tutto il pomeriggio e la serata di ieri per domare le fiamme.

La situazione e’ tornata sotto controllo questa mattina, ma non ancora alla normalita’ poiche’ solo quattro incendi sono stati estinti, mentre gli altri tre sono culminati in un’unica grande conflagrazione. Al momento le fiamme sono circoscritte a un’area disabitata e difficile da raggiungere, con 50 soccorritori ancora sul posto per monitorare la situazione. Nella zona colpita dalle fiamme hanno fatto un sopralluogo di verifica il segretario di stato del ministero delle infrastrutture, Jure Leben, il sindaco di Divaccia, Alenka trucl Dovgan, e il direttore generale delle Ferrovie slovene, Duan Mes, per verificare l’entita’ dei danni e garantire supporto e assistenza alla macchina dei soccorsi.

L’Agenzia slovena per l’ambiente (Arso) sul proprio sito ha annunciato che l’ondata di caldo di questi giorni raggiungera’ il picco fra oggi e domani, segnalando entrambe giornate con il bollino rosso e un carico termico al di sopra del livello di guardia in tutto il paese, eccetto che nella regione costiera, dove le temperature dovrebbero iniziare a scendere gia’ nel weekend.