Incendio monte Giano, brucia la scritta Dux: “Per noi è un lutto e il Fascismo non c’entra, è la nostra identità”

MeteoWeb

“L’incendio del ‘Dux’ è un lutto. E’ un pezzo importante della nostra identità, il legame con il fascismo non c’entra niente. Tra i cittadini c’è un clima di amarezza”. Così il sindaco di Antrodoco, Alberto Guerrieri, commenta con l’Adnkronos il rogo sopra Antrodoco, nel reatino, che sta devastando il monte Giano e i 20mila abeti, piantati nel 1939 in omaggio a Benito Mussolini, che formano la scritta ‘Dux’. ”Ancora bisogna capire bene la situazione ma sembra che il ‘Dux’ non sia andato tutto distrutto, una metà della scritta dovrebbe essersi salvata dalle fiamme. Al momento sono in azione tre elicotteri e un canadair, siamo riusciti a mandare su parecchie squadre, formate da volontari ed esperti, per fare delle bonifiche e spegnere i piccoli focolai. Bisogna tutelare anche le secolari faggete che si trovano ai lati del ‘dux”’. Pur riconoscendo la ”collaborazione” di tutti, il sindaco, però, punta il dito sulla ”scarsità di mezzi”. ”E’ mancato il ricambio dei mezzi aerei, quando andavano a fare rifornimento le fiamme riprendevano immediatamente”.

“Da tempo chiediamo al Comando dei Vigili del Fuoco di Rieti di affrontare l’eccezionale emergenza incendi con misure straordinarie come il richiamo in servizio straordinario anche dei pompieri di turno libero, per potenziare l’azione di spegnimento, ma cio’, anche se previsto dai regolamenti interni, non e’ stato fatto“. E’ quanto afferma in una nota Andrea Faraglia, sindacalista del Conapo dei Vigili del fuoco commentato l’incendio sul Monte Giano che ha investito la scritta ‘Dux’. “I Vigili del fuoco di Rieti – prosegue l’esponente del Conapo – si sono ritrovati ad affrontare una situazione eccezionale con uomini previsti per le situazioni ordinarie e con una situazione mezzi ancora peggiore. Qualcuno spieghi ai cittadini di Rieti se il motivo del mancato potenziamento dei pompieri e’ il risparmio di qualche ora di straordinario e se questo risparmio ha senso di fronte al costo di tutto quanto e’ bruciato? Qualcuno spieghi se avere mezzi fermi in riparazione da mesi in attesa dei fondi per ripararli ha senso di fronte al costo di quanto va in fumo? A noi pare assurdo, tempo fa avevamo chiesto anche l’intervento del prefetto di Rieti. Ci uniamo quindi alle dichiarazioni di Alberto Guerrieri, sindaco di Antrodoco, quando parla di sistema inadeguato. Per affrontare incendi di queste dimensioni – conclude Faraglia – servono Vigili del fuoco in piena efficienza e, soprattutto, decisioni snelle e immediate, non burocrazia”.