Meteo, Ernani: “Una vera e intensa onda di calore” in atto, “temperature molto elevate e altissimo grado di umidità

MeteoWeb

Con il valore di 25,02° gradi centigradi, la temperatura media mensile di luglio 2017, partendo dai più caldi sino ai più freddi, si colloca all’undicesimo posto nella nostra graduatoria ventennale“: lo rende noto il Col. Paolo Ernani, meteorologo. “Inoltre segnando uno scarto dalla propria media di 20 anni (24,86°)  di + 0,16° questo mese va catalogato come normale e nella media. Questa caratteristica tuttavia sembra in contrasto con la ondate di calore che si sono susseguite a giugno e luglio. Ma da una nostra dettagliata analisi delle 4 onde di calore, solo una, quella verificatasi nella seconda decade di luglio, ha apportato molti disagi e fastidi sia per il caldo che per l’alto livello di umidità dell’aria. Le altre onde di calore sono state meno significative in quanto non hanno interessato tutta la nostra penisola ma marginalmente  le regioni del sud. Una vera e intensa onda di calore, in via di sviluppo già dal 31 luglio, toccherà  invece la sua massima virulenza proprio nei prossimi 5, 6 giorni con temperature molto elevate ma soprattutto con un altissimo grado di umidità certamente superiori all’onda di calore di luglio. Tornando a Luglio ricordiamo che quello di 2 anni fa (2015), il più caldo dall’inizio della nostra serie, segnò il valore di 27,45° gradi, cioè + 2,43° gradi più caldo del luglio 2017. Quel luglio fu proprio eccezionalmente caldo. Le onde di calore dall’entroterra nord africano traslarono proprio sulla nostra penisola infuocandola. Se poi prendiamo in esame la media delle temperature massime  spicca tra tutte quella di  luglio 2015 con 31,82° gradi, segue poi il 2003 con  31,33°. La media della temperatura massima di luglio 2017 ha segnato il valore di 30,02° cioè -1,80°. Un’ultima curiosità – conclude Ernani – i primi 7 mesi del 2016 hanno evidenziato una temperatura media di 15,287° mentre negli ultimi 7 mesi di quest’anno la colonnina ha segnato 15,179° cioè una differenza di – 0,108°.”