Ricercatori: gli antenati delle balene avevano zanne affilate e cacciavano foche

MeteoWeb

Nella ricerca descritta sulla rivista Biology Letters, gli scienziati di Museums Victoria guidati dal paleontologo Erich Fitzgerald hanno eseguito una modellazione in 3D di un dente preistorico di una specie di balena detta Janjucetus e  comparandola con simili modellazioni di moderni predatori, hanno concluso che i denti delle balene ancestrali erano sorprendentemente affilati e appuntiti, come quelli dei grandi felini. Secondo Fizgerald e i suoi collaboratori, questo suggerisce che fossero predatori carnivori, poi evoluti in ‘succhiatori’ come i delfini e i capodogli. Questi nuovi risultati vanno dunque a contrastare la teoria popolare sull’evoluzione dei grandi cetacei, risalente a Charles Darwin e alla sua ‘Origine delle specie’, secondo cui le balene di 25 milioni di anni fa avevano intricati denti arrotondati che formavano un setaccio per trattenere la preda, che si sarebbero poi evoluti nei fanoni.