Terremoto, Coldiretti: a un anno dalle prime scosse arriva il bilancio dei danni

MeteoWeb

Secondo le stime rilevate dalla Coldiretti, a un anno dalla prime scosse, il bilancio della situazione nelle campagne vede tra i dann ìi del sisma un crollo dei raccolti di grano e un calo della produzione di latte. Le difficolta’- sottolinea la Coldiretti- non ha pero’ scoraggiato agricoltori e allevatori che non hanno abbandonato il territorio ferito e sono riusciti a garantire la produzione della maggior parte delle tipicita’ delle zone terremotate. Nonostante un calo di produzione a causa della siccita’, continuano dunque a presenziare sulle tavole italiane, la lenticchia di Castelluccio, il ciauscolo, il caratteristico salame spalmabile marchigiano, e tante altre specialità gastronomiche delle zone colpite dal sisma. Un aiuto determinante per la commercializzazione – comunica la Coldiretti – e’ garantito dalla piu’ grande rete di vendita diretta dell’Unione Europea realizzata dagli agricoltori di Campagna Amica che ospita nei mercati, dalla Capitale a tutta la Penisola, i prodotti degli agricoltori terremotati rimasti senza possibilita’ di vendita, garantendo l’originalita’ dell’offerta e il rapporto diretto tra produttore e consumatore.