Olio: la campagna olivicola 2018 segnerà la risalita per l’Italia

MeteoWeb

Secondo le previsioni del mercato oleario elaborate, su dati Ismea, dall’Onaoo in Italia si attesterà a livelli migliori rispetto al 2017, la campagna olivicola 2018, con la Spagna in leggero calo, e la Tunisia al top del suo potenziale. Per il 2018, secondo l’analisi Onaoo, si prevede una riduzione della produzione in Spagna, con circa 100 mila tonnellate in meno, a causa delle temperature molto elevate e della siccita’. Opposto il quadro per l’Italia: 80mila tonnellate in piu’ d’olive raccolte lungo la penisola con la Puglia in testa. Andranno meglio anche la Sicilia e la Calabria, con risultati discreti. Nell’area centrale: Toscana, Marche, Umbria e Lazio troveremo meno volumi, per siccita’ e calore. La qualita’, a detta della scuola di assaggio, sara’ interessante nel 2018 per Puglia, Calabria e Sicilia. Nelle zone piu’ colpite dalla siccita’ la produzione di olio oltre che avere una riduzione in termini numerici, presentera’ anche difetti organolettici tipici come legno e secco.