Ostia, ristoranti senza luce per il maltempo: “Siamo pronti a chiedere i danni all’Acea”

MeteoWeb

Giorgio Gastaldi, vicepresidente Ascom-Confcommercio Litorale X Municipio e vicepresidente dell’associazione commercianti dell’area pedonale di Ostia, intercettato dalla stampa, riferendosi alla situazione causata dal maltempo che ha visto chiudere diversi ristoranti, annuncia: “Siamo pronti a chiedere i danni all’Acea”. “Da ieri sera alle 18 è andata via la corrente a circa una ventina di attività commerciali dell’area pedonale di Ostia e non riusciamo a contattare l’Acea che non risponde e se risponde non sa dire quando verrà ripristinato il servizio”. “Tra le attività commerciali coinvolte tra piazza Anco Marzio e zone limitrofe, ci sono molti punti ristoro che stanno svuotando le dispense, costretti a buttare la merce – spiega Gastaldi – in particolare ristoranti che vendono pesce e prodotti pregiati stanno buttando le provviste a causa dei refrigeratori spenti”. “Ci stiamo abituando a giustificare tutto perché c’è stato un normalissimo temporale di fine stagione. Non si tratta di un evento eccezionale”, ha detto Gastaldi. “Non è normale che cittadini e commercianti non sappiano quando è previsto il ripristino. Le attività commerciali devono sapere se convocare il personale o meno, se acquistare altre merci”. “Ora aspetteremo le ore di legge previste che Acea ha per ripristinare il servizio, ma è chiaro che come associazione faremo una stima dei danni e ci rivolgeremo ai nostri legali per capire se ci sono i margini per procedere a una richiesta di risarcimento”, ha sottolineato.