Previsioni Meteo, il bollettino dell’Aeronautica Militare: alta pressione nel primo giorno d’autunno

MeteoWeb

Le previsioni meteo per la giornata di oggi e domani fornite dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica MilitareSituazione: sull’Italia prevalgono generali condizioni di stabilita’ atmosferica, con deboli infiltrazioni di aria umida nei bassi strati su Liguria e Toscana settentrionale. Tempo previsto fino alle 24 di oggiNord: sulla Liguria nuvolosita’ bassa sempre piu’ estesa dalla mattina e fino al primo pomeriggio, in veloce parziale diradamento ma con estese velature in rapido arrivo da ovest; cielo inizialmente sereno sul resto del nord, con spesse velature in arrivo da ovest gia’ durante la mattina e addensamenti localmente piu’ consistenti, ma innocui, dal pomeriggio su Trentino Alto Adige, centro-nord Veneto e Friuli Venezia Giulia. Centro e Sardegna: solo velature per nubi alte e sottili sulla Sardegna; cielo prevalentemente sereno sulle regioni peninsulari, salvo nuvolosita’ bassa anche estesa fino meta’ giornata sull’alta Toscana e modesti e temporanei addensamenti tra tarda mattina e primo pomeriggio su aree interne e rilievi maggiori di Umbria e Lazio. Velature in arrivo da ovest dal tardo pomeriggio. Sud e Sicilia: su tutte le regioni ampio e prevalente soleggiamento, salvo residua e innocua nuvolosita’ al primo mattino sulla puglia centro-meridionale e modesti addensamenti su aree interne e appenniniche di Molise, Campania, Molise e Calabria durante le ore centrali della giornata. Temperature: minime in aumento su Sardegna e Trentino Alto Adige, senza variazioni di rilievo sul resto d’Italia; massime in aumento anche deciso su Trentino Alto Adige, Molise, Puglia e Basilicata, stazionarie sul resto del nord e sulla Toscana e in generale lieve aumento sul resto del centro-sud. Venti: deboli orientali sulla Sardegna con rinforzi sul settore sud; da deboli a localmente moderati da nord-ovest sulla Puglia, con i rinforzi maggiori sul settore sud fino al primo pomeriggio; deboli variabili sul resto d’Italia, in rotazione dai quadranti orientali o sud-orientali sulla Sicilia. Mari: molto mossi il canale d’Otranto e il settore piu’ orientale dello Ionio, con moto ondoso in diminuzione; mossi il basso Adriatico, il restante settore dello Ionio e il canale di Sardegna, con moto ondoso in aumento su quest’ultimo e in diminuzione sui primi due; poco mossi i restanti mari, con moto ondoso in lento e locale aumento sul mare di Sardegna, sul settore ovest del Tirreno centrale e sullo stretto di Sicilia.

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNord: molte nubi sulle aree alpine e prealpine e sulla Liguria, con piogge o rovesci sparsi di debole intensita’, ed estese velature sul resto del settentrione. Dal tardo pomeriggio generale attenuazione dei fenomeni e diradamento delle velature, con in serata cielo da parzialmente nuvoloso a molto nuvoloso lungo le aree alpine e prealpine e sulla Liguria, sereno o poco nuvoloso altrove. Centro e Sardegna: cielo da parzialmente a molto nuvoloso sulla Sardegna e sulla Toscana settentrionale, con piogge sparse ed isolati temporali; velato sulle restanti regioni peninsulari, poco nuvoloso altrove. Dal pomeriggio estensione delle velature anche all’Abruzzo, ed in serata generale attenuazione dei fenomeni. Sud e Sicilia: cielo inizialmente sereno o poco nuvoloso con tendenza a divenire velato in mattinata sulla Sicilia e dal pomeriggio anche sul resto del meridione ad eccezione del Salento dove domineranno ancora ampie aperture. Qualche nube piu’ compatta attesa sulla Sicilia occidentale tra il tardo pomeriggio e la serata con possibilita’ di brevi piovaschi. Temperature: minime e massime in generale aumento su tutto il Paese. Venti: moderati orientali sulla parte meridionale della Sardegna tendenti ad attenuarsi dal pomeriggio; deboli variabili sul resto del Paese, tendenti ad assumere regime di brezza lungo le coste nelle ore centrali della giornata. Mari: mossi lo stretto di Sicilia ed il canale di Sardegna; da poco mossi a mossi lo Ionio ed il Tirreno centrale; poco mossi i restanti mari.