Uragani: ecco le regole base per sopravvivere a Irma

MeteoWeb

Come sopravvivere a Irma? Dieci sono le regole base ricordate alla cittadinanza dal quotidiano Miami Herald: rempite i serbatoi a gas dei fornelli portatili, controllate le batterie di torce e radio che potrebbero rivelarsi strumenti utili in caso d’emergenzza; individuate in casa la posizione degli interruttori generali di spegnimento per elettricità, gas e acqua. Stabilite due punti d’incontro (meeting point) per la vostra famiglia: uno esterno alla casa, uno lontano dalla zona dove vivete, nel caso in cui non possiate tornare a casa; definendo un numero di telefono esterno alla zona di allerta dove poter lasciare messaggi ad amici e parenti per comunicare loro dove vi trovate dopo il passaggio dell’uragano.

Fate scorte di medicinali, cibo in scatola, bibite, acqua (si a tonno, fagioli, crackers, cereali, barrette proteiche), conteggiando 3,7 litri d’acqua al giorno a persona per bere e cucinare. Riempite le bottiglie di plastica di acqua; e quando l’uragano è vicino, riempite la vasca da bagno e i lavandini di acqua per lavarvi e pulire i vestiti. Raccogliete in un contenitore a prova d’acqua documenti relativi ad assicurazioni mediche, proprietà, vaccinazioni, cartelle mediche dei vostri familiari, allegando le specifiche esigenze particolari in termini di salute e qualche ricordo che desiderate conservare.

Se non siete interessati all’evacuazione: scegliete una stanza sicura e lontana dalle finestre, tenendo quest’ultime chiuse durante l’uragano; rimuovete le antenne tv e altri possibili “proiettili”: cassette postali, bidoni dei rifiuti, mobili da giardino. Ancorando saldamente ciò che decidete di lasciare all’esterno. Rimuovete i quadri dalle pareti; ancorate bene le imbarcazioni; se necessario chiudetevi nella safety room, indossando scarpe antiscivoo, coprendovi la testa con un cuscino, e portando con voi un estintore); fissate bene i recinti al terreno; raccogliete la frutta dagli alberi, tenetevi informati.