Bacche di Goji: ecco le loro sorprendenti virtù benefiche

MeteoWeb

Il Goji (Lycium barbarum) è una pianta appartenente alla famiglia delle Solanacee, originaria degli altopiani asiatici di Cina, Tibet e Monfolia, apprezzata, in tutto il mondo per le bacche di Goji, dalle riconosciute proprietà terapeutiche e nutritive. Soprannominate “frutti di lunga vita”, esse sono ricche di antiossidanti; in particolare flavonoidi, betacarotene e acido linoleico, che contrastano i radicali liberi, l’invecchiamento cellulare e prevengono l’insorgenza dei tumori.Rimineralizzanti, vitaminiche, energetiche, sostengono il sistema immunitario nella lotta quotidiana contro virus e batteri, hanno un basso indice glicemico, tenendo a bada gli zuccheri nel sangue, stimolano il metabolismo, pertanto sono consigliate nelle diete dimagranti per un maggior effetto brucia-grassi.

Le bacche di Goji sono ricche di fibre, che regolarizzano le funzioni intestinali, contrastano la stitichezza e donano un senso prolungato di sazietà, sono ipocaloriche, disintossicanti per il fegato, tengono sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, evitano l’ossidazione, fenomano alla basse della formazione delle placche aterosclerotiche. Benefiche per la vista, specie nei casi di forte affaticamento visivo, proteggono il sistema nervoso, aumentano la resistenza muscolare grazie all’ottimo mix di potassio e magnesio, sono indicate nei casi di artrite reumaroide, ipertensione, allergie; fungono da ottimi integratori natruali specie per bambini, anziani, sportivi e vegani. Come consumarle? Dal sapore dolciastro e dal colore rosso intenso si possono consumare aggiunte allo yogurt bianco naturale, frullate o unite ad una macedonia, per un muesli originale, nelle insalate, unite, ad esempio, a olive, mais e carote.