Benessere: Jacuzzi “va alle terme”, sperimenta una vasca terapeutica su misura

MeteoWeb

Una vasca su ‘misura’ per l’idroterapia alle terme, con getti d’acqua mirati in specifici punti del corpo, una miscelazione brevettata ‘acqua-aria’, silenziosa e anche esteticamente curata, per archiviare la sensazione, vagamente ospedaliera, a cui spesso si associano terapie individuali in vasca. A sperimentarla, insieme a un noto centro termale italiano, la Jacuzzi, noto marchio dell’idromassaggio casalingo che, con il progetto Thermal H2O, ha messo a punto tecnologie in grado di adattarsi ai trattamenti con le acque termali e ottimizzarli. Un progetto presentato alla 70esimo congresso della World Federation of Hydrotherapy and Climatotherapy (Femtec), che riunisce a Ischia rappresentanti di 27 Paesi fino al 20 ottobre.
Il progetto Thermal H2O di Jacuzzi – spiega Sara Massarutti, Emea product manager dell’azienda – nasce tre anni fa attraverso una sperimentazione sul campo in uno dei siti termali italiani d’eccellenza. Alle richieste specifiche noi abbiamo risposto mettendo a punto vasche pensate intorno al corpo, che esaltano i benefici dell’acqua grazie a una tecnologia originale basata su bocchette, regolabili, che rilasciano una perfetta miscela di acqua e aria, posizionate all’interno della vasca in modo da mirare a punti specifici del corpo per ottenere il miglior effetto terapeutico. Si è tenuto conto della specifica corporatura e questo vuol dire che la dimensione della vasca si sceglie in base al fisico dell’utilizzatore“.
Queste vasche – che sono pensate non solo per la massima comodità dell’utente ma anche per la facilità di utilizzo degli operatori che gestiscono le terapie – sono già presenti “alle Terme di Sirmione, di Merano di Abano e, in Francia, quelle di Vichy“, aggiunge la manager.
Jacuzzi – ricorda Massimo Mirandola, direttore vendite dell’azienda – si avvia a festeggiare 70 esimo anno dall’invenzione dell’idromassaggio, che nasce proprio in casa Jacuzzi e quest’anno festeggiamo il 50 esimo anno della creazione della vasca idromassaggio per uso domestico, così come le intendiamo anche oggi. E proprio quest’anno abbiamo l’occasione di proporre un prodotto che ha tutte le prerogative per poter essere usato un contesto termale e professionale. Si tratta di una buona opportunità per mettere a punto tecnologie ancora più avanzate. E, perché no, riportare, in un futuro vicino, i benefici delle acque termali anche a livello domestico: un cerchio che si chiude“.